Lavori in corso a Tobbiana per il nuovo sottopasso: sarà pronto tra un anno FOTO e VIDEO

Entro giugno 2019 le frazioni di Casale, Iolo e Tobbiana potranno usufruire del nuovo sottopasso che collegherà l’asse delle industrie di viale Manzoni con gli abitati cittadini. Un’opera che attende di vedere la luce da 14 anni, quando il piano di lottizzazione artigianale dei proprietari dei terreni (riunitisi nel Consorzio Tobbiana) è stato convenzionato con il Comune di Prato per la realizzazione dei relativi oneri di urbanizzazione. Di questi l’opera più importante, anche per le ricadute sulla viabilità della zona, è proprio il sottopasso, che sarà realizzato dalla ditta Banchelli di Prato, la stessa che si è aggiudicata l’appalto per le complanari del Soccorso. Insieme a lei, la Ucs srl di Livorno, titolare del brevetto del pionieristico sistema di spinta del tunnel dentro il rilevato autostradale, che permetterà di chiudere l’autostrada per sole due notti alternativamente nelle due carreggiate. “Abbiamo impiegato così tanto tempo per arrivare alla conclusione dei lavori perché solo 7 anni sono stati occupati dalla richiesta di autorizzazioni alla società autostradale e all’Anas, le cui funzioni nel frattempo sono state trasmesse al Ministero dei Trasporti – spiega Roberto Innocenti, il progettista del Consorzio Tobbiana -. Poi lungo l’autostrada, per esempio, passa tutta una serie di servizi, come una tubazione del gas della Snam che collega Prato con Pisa, il cui spostamento ha comportato altri tre anni di perdita di tempo”.

(Foto di Alessandro Fioretti)

Il tunnel sarà lungo e largo una cinquantina di metri, avrà un’altezza di quasi 6 e sarà su due corsie, una per ogni senso di marcia. Gli interventi di “spinta” del tubo dentro il terreno inizieranno nel periodo natalizio e, a opera conclusa, il risultato sarà quello di scaricare gli abitati di Casale e Tobbiana dal traffico dei mezzi pesanti che si dirigono verso viale Manzoni, oltre che quello di collegare tra loro le frazioni. “Si tratta di un’opera importante sotto più aspetti – precisa il presidente della commissione Massimo Carlesi -, non ultimo il fatto che Iolo, Tobbiana e Casale saranno collegate tra loro direttamente, mentre ora esiste solo la viabilità interna di via per Iolo e di via delle Caserane, molto più lunga. Poi si mette in connessione questa parte di tessuto artigianale con la seconda tangenziale, in un progetto più ampio che è già finanziato  e che prevede interventi in partenza già a fine anno”. La fideiussione che il Comune di Prato ha chiesto al Consorzio Tobbiana per la realizzazione di tutti gli oneri di urbanizzazione ammonta a 5 milioni e 300mila euro. Il sottopasso ha un costo complessivo di 1 milione e 200mila euro.

Guarda le immagini del sopralluogo della commissione consiliare 4 (Urbanistica e Ambiente) presieduta da Massimo Carlesi sul cantiere dei lavori per il sottopasso

I terreni sottoposti a lottizzazione artigianale (da qui gli oneri di urbanizzazione a carico dei proprietari) sono coperti per una superficie di 53mila metri quadrati. Dieci aziende sono già attive, tra cui Patrizia Pepe, Sfilacciatura Goti, Vacoplast. Qui si è appena trasferita, in un capannone da 3mila metri quadrati, la ditta del genero dell’imprenditore Sauro Bigagli e sono attese altre venti aziende, attirate nella zona dal costo di vendita al metro quadrato più basso di quello viene attualmente richiesto in un’area industriale come il Macrolotto 1 (1000 euro al mq contro i 1.600 euro al mq di quest’ultima).

Lucrezia Sandri

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*