Mutui, a Prato si chiedono in media 125.400 euro. Più di 8 domande su 10 interessate al tasso fisso FOTO

125.400 euro: è l’importo medio dei mutui richiesti a Prato e provincia a giugno 2018. Nell’81% dei casi le domande erano legate al tasso fisso, sintomo che i pratesi (come molti altri colleghi toscani) cercano di garantirsi per tutta la durata del mutuo le attuali favorevoli condizioni di mercato.

I dati arrivano dall’osservatorio congiunto Facile.it e Mutui.it che, a livello regionale, ha analizzato un campione di oltre 4mila domande di finanziamento raccolte dai due portali nell’ultimo anno. Il quadro che emerge è chiaro: in Toscana si chiedono mutui di importo inferiore rispetto al passato ma aumenta il valore medio dei finanziamenti effettivamente concessi dalle banche. Tradotto in numeri: se nel primo semestre 2018 la richiesta media presentata, pari a 133.507 euro, è diminuita dell’1,75% rispetto ai primi sei mesi del 2017, allo stesso modo, nel solito periodo, le somme effettivamente erogate dagli istituti di credito sono aumentate invece dell’1,85%, arrivando ad una cifra media pari a 130.853 euro. Il mutuo è servito in media a coprire il 65,8% del valore dell’immobile.

Analizzando invece l’andamento provinciale per domande di mutuo, emerge che gli importi medi più alti sono stati richiesti a Massa-Carrara (oltre 146mila euro), Grosseto (oltre 144mila euro) e Firenze (con oltre 141mila euro). I più bassi, invece, ad Arezzo (113mila euro) e Pistoia e Siena (entrambe con poco più di 123mila euro). In sostanza, Prato si posiziona quasi in fondo alla classifica, al settimo posto tra le 10 province.
Per chiudere, l’analisi delle sole domande di mutuo prima casa raccolte a livello toscano: l’importo medio richiesto durante i primi 6 mesi di quest’anno ha superato i 140mila euro.

L’età media dei potenziali acquirenti è 39 anni, 24 anni il tempo medio di estinzione del debito.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*