Operazione antidroga dei carabinieri: arrestati due spacciatori

Aveva trasformato il suo appartamento in un laboratorio di confezione e spaccio di eroina ma è stato arrestato dai carabinieri assieme al suo socio nigeriano. L’operazione è stata messa in atto nella giornata di ieri, martedì 7 agosto, dai militari della tenenza di Montemurlo impegnati da giorni nel controllare l’area tra piazza Europa, viale Vittorio Veneto e piazza San Marco, una zona particolarmente calda sul fronte dello spaccio. A finire in manette dopo alcuni pedinamenti è stato un cinquantenne italiano sorpreso in flagranza di reato mentre stava cedendo una dose di eroina a un tossicodipendente italiano in via Cairoli.

 

 

Dopo essere stato identificato lo spacciatore ha cercato di sviare i carabinieri fornendo loro l’indirizzo di una residenza fittizia. Ma grazie alle indagini compiute i militari già conoscevano il domicilio dell’uomo, abitante proprio in viale Vittorio Veneto. Giunti sul posto per una perquisizione i carabinieri hanno trovato all’interno dell’appartamento un uomo di nazionalità nigeriana intento a confezionare dosi di eroina. Colto sul fatto il nigeriano ha cercato di opporre resistenza e darsi alla fuga dopo aver gettato la droga dalla finestra. I carabinieri lo hanno bloccato e tratto in arresto.

Da una successiva identificazione è risultato che il nigeriano era sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Prato e all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte al giorno perché già tratto in arresto il 28 gennaio scorso proprio dai carabinieri di Prato perché trovato in possesso di eroina e hashish durante un controllo effettuato in via Roma al Marley Afro Market durante un festino a base di droga.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*