Demolizione vecchio ospedale, il M5S in Regione: “Fare luce su una delle aziende che si sono aggiudicate i lavori” VIDEO

Dopo gli accertamenti richiesti dall’Asl, l’offerta “anomala” avanzata per la demolizione del vecchio ospedale finisce nel mirino del Movimento Cinque Stelle in Regione. Il gruppo ha presentato un’interrogazione a risposta orale, indirizzata alla Giunta di Enrico Rossi e firmata da Andrea Quartini, Giacomo Giannarelli e Gabriele Bianchi.

Obiettivo degli esponenti pentastellati è far luce su una delle tre ditte del raggruppamento temporaneo di imprese che si è aggiudicato (per adesso solo in via provvisoria) l’appalto per lo smantellamento dell’ex Misericordia e Dolce, con un ribasso offerto pari quasi al 40%. Si tratta, nello specifico, della società Edil Moter srl di Roma (amministrata da Isabella Stolfi) e presentatasi assieme a Daf Costruzioni stradali di Milano e a Garc di Carpi. Alla base dell’iniziativa politica, nessuna polemica spicciola ma la volontà di essere di ulteriore stimolo in questa delicata fase di approfondimento.

Ma la tappa pratese è anche l’occasione per ribadire la posizione più generale del Movimento sulla questione vecchio ospedale: bocciata in toto la scelta di demolire la maxi struttura (invece di recuperarne alcune parti) per lasciare spazio al parco urbano con i dovuti costi di manutenzione che ne conseguono. “No” anche alla decisione di non vincolare ad uso esclusivo sanitario i circa 9mila metri quadri coperti che resteranno all’Asl. I pentastellati intendono infine mettere mano a livello nazionale al Codice degli Appalti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*