Fondo commerciale trasformato in casa a luci rosse: rimpatriata una donna

Nella mattinata di ieri la Polizia Municipale ha sequestrato in centro storico due stanze in cui viveva e si prostituiva una cittadina cinese di 44 anni. La donna abitava in un fondo commerciale trasformato abusivamente in abitazione (per questo è scattata anche una denuncia penale) ed affittato dalla società immobiliare proprietaria ad un cinese, che a sua volta lo aveva messo a disposizione della connazionale. L’uomo, 43enne, regolare sul territorio italiano, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina. L’appartamento, già oggetto in passato di controlli da parte della municipale per violazioni amministrative, è stato sequestrato. La donna era già stata espulsa alcuni anni fa ma si trovava ancora in Italia. Adesso è stata messa a disposizione della Questura di Prato e trasferita stamani a Roma per il successivo rimpatrio coatto.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*