La generosità delle aziende pratesi premia con un nuovo mezzo la Misericordia di Mezzana

La Misericordia di Mezzana ha un nuovo mezzo. Questa mattina, presso la sede in viottolo di Mezzana, il correttore don Massimo Malinconi ha benedetto un furgone per il trasporto sociale attrezzato per i disabili. La nuova acquisizione si è resa necessaria perché la Confraternita ha incrementato il proprio numero di servizi del 40% rispetto allo scorso anno e dunque aveva bisogno di aumentare il proprio parco macchine.

Per riuscire ad averlo la sezione di Mezzana si è affidata a «Eventi Sociali. Muoversi e Non Solo», società aretina specializzata nella fornitura di mezzi alle associazioni che operano nel volontariato sociale. Il furgone è stato acquistato grazie ad una raccolta fondi compiuta da operatori di Eventi Sociali sul territorio mezzanese e pratese sotto forma di sponsorizzazioni. E grazie alla generosità numerose aziende e negozi si è riusciti a coprire le spese necessarie per avere questa nuova dotazione.

 

 

Per la Misericordia di Mezzana si tratta del secondo mezzo acquisito attraverso questa operazione. “Questo per noi è un giorno di festa – dice il presidente della Confraternita di Mezzana Giuliano Manzione – e siamo davvero soddisfatti del traguardo raggiunto. I nostri volontari sono quotidianamente impegnati nel servizio di trasporto sociale e le richieste di intervento stanno aumentando. Avere un nuovo furgone era ormai diventato indispensabile per poter rispondere ai bisogni della cittadinanza”.

 

 

Il nuovo mezzo è un fiat doblò attrezzato con una pedana dotata di radiocomando, di posti e spazi gestiti all’insegna dell’utilità e della massima comodità, oltre che della sicurezza data dall’allestimento crash tested e dal sistema di ancoraggio certificato per le sedie a rotelle che potranno salire con facilità sul sollevatore. Inoltre il mezzo è dotato di defibrillatore. “Quando abbiamo proposto alle aziende di Mezzana e delle zone vicine la sponsorizzazione abbiamo avuto tante risposte positive – afferma Giuseppe D’Agati, responsabile area manager di Eventi Sociali –, questo è segno del bene che la Misericordia compie per il territorio”. Dopo Mezzana Eventi Sociali, a partire da domani, sarà impegnata nel riuscire a dotare di un nuovo mezzo la sezione di Oste.

 

 

Alla mattinata di festa erano presenti il sindaco Matteo Biffoni, l’assessore comunale alla salute Luigi Biancalani, il presidente di Eventi Sociali Enzo Maggini e i vertici della Misericordia di Prato: il proposto Gianluca Mannelli, il governatore Laila Minelli con in membri del magistrato Alessandro Castagnoli e Francesco Logli. Hanno partecipato anche i rappresentanti delle aziende che hanno sponsorizzato il mezzo. “È importante salutare l’arrivo di un nuovo mezzo – dice il proposto Mannelli – ma è ancora più importante ringraziare chi sale sopra i nostri mezzi: i confratelli e le consorelle che ogni giorno dedicano un po’ del loro tempo al servizio degli altri. A Prato i volontari attivi sono circa tremila, sono persone di cuore che hanno scelto di portare avanti quel messaggio di amore e carità che ci hanno lasciato i nostri fondatori nel 1588”. “Grazie per quello che fate, la città ha bisogno di chi come voi si impegna per gli altri”, ha detto Biffoni portando il suo saluto.

Qualche numero della Confraternita di Mezzana. La sezione è stata fondata nel 1999 e dunque si sta avvicinando al ventennale delle propria costituzione. Da sei anni la sede operativa si trova in Viottolo di Mezzana, 85. Al suo interno ci sono ambulatori medici specialistici, un centro di assistenza fiscale e il pronto soccorso odontoiatrico festivo completamente gratuito. C’è un punto prelievi Asl e un laboratorio di analisi mediche. Alla sezione sono iscritte più di 1500 persone e di queste 105 svolgono volontariato attivo nel campo del trasporto sociale, sanitario e del 118. Nel 2017 sono stati svolti oltre 14mila servizi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*