Primarie Pd Toscana, Bonafè: “Basta dividerci sui nomi, torniamo ai temi”. Tanti amministratori in platea VIDEO

Tempo di primarie per il Partito democratico toscano. Domenica 14 ottobre si vota per scegliere il nuovo segretario regionale tra i due candidati Simone Bonafè, espressione dell’ala renziana del partito, e Valerio Fabiani, rappresentante della minoranza orlandiana. Bonafè, europarlamentare, ha ottenuto il 67,88% dei voti degli iscritti; Fabiani, ex coordinatore della mozione Orlando in Toscana nelle primarie per l’elezione del segretario nazionale lo scorso anno, ha riportato il 32,12%. “Smettiamo di dirci che abbiamo sbagliato tutto e ricominciamo a riconoscerci come comunità: è quella la nostra vera forza”, ha detto ieri sera al circolo di Santa Lucia Simona Bonafè, venuta a presentare la propria mozione di fronte ad una platea composta per lo più da amministratori e funzionari di partito locali. Tra i sostenitori della Bonafè, spiccano l’onorevole Antonello Giacomelli, il sindaco di Prato Matteo Biffoni (in compagnia dei sindaci di Vaiano, Vernio e Poggio a Caiano, mentre i primi cittadini di Montemurlo, Cantagallo e Carmignano si sono schierati a favore di Fabiani), l’assessore regionale Stefano Ciuoffo, il consigliere regionale Nicola Ciolini, capolista della mozione. “Ora c’è bisogno di parlare di temi concreti – continua Bonafè -; c’è bisogno di aprirci alle tante forze della società civile. Certo io non mi aprirò mai al Movimento Cinque Stelle. Basta dividerci sui nomi e torniamo ai contenuti. A Siena e a Pisa abbiamo perso perché ci siamo divisi. Adesso guardiamo al positivo: in Regione governiamo e anche a Prato governiamo”.

Ascolta l’intervista a Simona Bonafè

Come detto, domenica possono votare per il segretario regionale del Pd non solo gli iscritti ma anche tutti gli elettori che si riconoscono nella proposta politica del partito.
Si vota dalle 8 alle 20 nel proprio seggio di residenza (l’elenco dei seggi sarà disponibile su www.pdtoscana.it). Sono 911 i candidati complessivi per l’assemblea che compongono le liste nei 13 collegi in cui è divisa la regione. L’assemblea regionale sarà composta da 500 membri.
Possono votare anche i giovani di età compresa tra i 16 e i 18 anni e i cittadini stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno purché si registrino on line sul sito www.pdtoscana.it entro il 10 ottobre. Per tutti gli altri basta presentarsi al seggio elettorale il giorno del voto con documento di identità e tessera elettorale. Ai non iscritti al Pd è richiesto un contributo di 2 euro per le spese organizzative.

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*