Anfiteatro di Santa Lucia, sarà riaperto a inizio anno VIDEO

I lavori all’anfiteatro di Santa Lucia volgono al termine. Entro la fine del 2018 sarà di nuovo fruibile lo spazio nel quale da più di un anno si sta svolgendo un’importante opera di riqualificazione che consentirà, oltretutto, di mettere in sicurezza l’area, spesso preda di atti di vandalismo, tanto che l’amministrazione ha proceduto con l’installazione di telecamere e con l’affidamento della sorveglianza ad un istituto di vigilanza. Proprio qui, nell’estate 2013, una bimba di nove anni cadde, ferendosi, a causa del cedimento di un parapetto usurato. Un volo di quasi 4 metri che tornò ad accendere i riflettori sullo stato fatiscente dello spazio. Nel complesso l’amministrazione ha speso 260mila euro, una cifra comprensiva non solo degli interventi sull’anfiteatro ma anche delle opere di restauro del selciato dei giardini attigui.”Le ultime cose che rimangono da fare è la ringhiera tra la parte alta e la parte bassa delle gradonate – spiega l’assessore ai Lavori pubblici del comune Valerio Barberis – e il posizionamento della pavimentazione in legno sul palco. Lo spazio è stato recuperato, ma anche adeguato alle ultime normative in materia di pubblico spettacolo, in modo che possiamo farci anche eventi e performance. Si tratta, infatti, di un anfiteatro da 900 posti”. Assieme al playground del Serraglio, il rinnovo dello spazio di Santa Lucia è un tassello importante nel piano di sviluppo del Parco Fluviale del Bisenzio nell’ambito del progetto Riversibility. Come anticipato dal vicesindaco Simone Faggi durante l’ultima puntata di Parliamoci chiaro, per il complesso dei giardini e dell’anfiteatro di Santa Lucia c’è un’ipotesi di gestione condivisa analoga a quella dei giardini della Passerella, alla base della quale c’è un vero e proprio patto di collaborazione con il comune. Parrocchia, Pubblica assistenza, circolo, Pro loco, ma anche associazioni come quella del Cavalciotto, della Gualchiera di Coiano e We Walk, che hanno già fatto manifestazioni di interesse per mettere a punto, in rete, un calendario di iniziative.

Ascolta l’intervista all’assessore Valerio Barberis

LS

1 Commento

  1. da luglio 2016, lavorando alacremente tutti i giorni pari divisibili per 7 (se non festivi) finalmente prima di maggio 2018 saranno terminati i lavori. un vi sembra di fa’ un po ridere? Prato cresce, piano piano….

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*