Colletta Alimentare in 21 supermercati: arriva anche l’sms solidale per donare 2 euro

Domani sabato 24 novembre si tiene in tutta Italia la ventiduesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. Nella provincia di Prato saranno 21 i supermercati aderenti, oltre 500 i volontari che inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione (38 tonnellate nel 2017), che nei mesi successivi verranno distribuiti a più di 30 strutture caritative (mense per i poveri, enti che assistono a domicilio, banchi di solidarietà) che aiutano migliaia di persone bisognose nel nostro territorio. I prodotti da raccogliere sono alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio,   legumi, sughi e pelati e biscotti. La novità è che per intercettare e coinvolgere il maggior numero di persone sarà possibile aderire alla Colletta Alimentare anche facendo la spesa online sulle piattaforme di alcune grandi catene di distribuzione. Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera quotidianamente, combattendo lo spreco di cibo. Nel 2017, grazie all’efficiente rete logistica dei 21 magazzini locali di cui si compone la Rete Banco Alimentare in Italia, sono state distribuite oltre 91.000 tonnellate di cibo. Per sostenere i costi del giorno della Colletta Alimentare dall’ 11 novembre al 3 dicembre sarà attivo l’ sms solidale al numero 45582 (Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali). «Ogni anno sono tante le persone che contribuiscono alla raccolta alimentare, un gesto che aiuta tante famiglie, anche ad avere un Natale più sereno – afferma il responsabile Roberto Cosci – Fondamentale l’opera svolta dai volontari, tra di loro tanti giovanissimi e  bambini accompagnati dai genitori che all’ingresso dei supermercati distribuiscono le buste per la raccolta. E’ giusto educarli alla solidarietà, perché loro saranno i volontari di domani a servizio della comunità». «Il report 2018 della povertà in Toscana indicano il 3,8% di famiglie in stato di disagio economico (Prato è in linea con questa cifra), un dato al di sotto di tante regioni, come ad esempio la Lombardia, al 5%, o la Campania, al 12%, ma comunque in crescita rispetto al 2005 quando era al 2,5% – spiega l’assessore Luigi Biancalani – Per questo è molto importante la rete di aiuto e sostegno costruita negli anni dagli enti e le associazioni religiose e laiche della città per rispondere ai bisogni primari delle famiglie. Solo per fare alcuni esempi, 100 famiglie si rivolgono all’Emporio della Solidarietà e 200 persone ogni giorno vanno a mangiare un pasto caldo alla Mensa La Pira».  Come ha sottolineato anche Andrea Gori della San Vincenzo, i cittadini assistiti dall’associazione a vario titolo, dagli alimentari al pagamento delle bollette per evitare l’interruzione delle utenze, sono passati dai 1.827 del 2016 a 2.241 del 2017. La Colletta Alimentare è il gesto con il quale la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2018, indetta da Papa Francesco. Questo evento, che gode dell’ Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, é reso possibile grazie alla collaborazione dell’ Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’ Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali, a centinaia di altre associazioni e da quest’anno all’ Associazione Nazionale Bersaglieri. Un ringraziamento particolare da parte del comitato organizzatore pratese va alla Arciconfraternita della Misericordia di Prato che da da molti anni garantisce con i propri mezzi le operazioni di trasporto per la gran parte dei punti vendita aderenti alla Colletta nonché alla Pubblica Assistenza, per lo stesso servizio presso alcuni supermercati. Si aggiungono ringraziamenti alle conferenze San Vincenzo de Paoli di Prato, gli Scout, l’Associazione Roundtable l’associazione Alpini sezione di Prato nonché al benefattore pratese che ha offerto il proprio magazzino per il deposito temporaneo della raccolta prima delle distribuzione di beni agli enti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*