Corsa alla solidarietà in 21 supermercati pratesi per la colletta alimentare VIDEO

E’ giorno di colletta alimentare: oltre 500 volontari in pettorina gialla in 21 supermercati pratesi che hanno aderito all’iniziativa della Giornata nazionale della colletta alimentare. Alle 15.30 la Pam di via Ferrucci aveva raccolto già 60 scatole di prodotti in scatola, farina e pasta da donare nei mesi successivi agli enti caritatevoli attivi sul territorio. E tra le belle storie di solidarietà c’è anche quella di una classe del Liceo Copernico che, all’uscita da scuola, si è recata proprio alla Pam per dare una mano ai volontari.

Guarda il video con le immagini e le interviste

Lucrezia Sandri

1 Commento

  1. Anche quest’anno ho preso parte alla raccolta promossa dal Banco Alimentare l’ultimo sabato di questo mese ed è a livello nazionale. Ho preso parte andando la mattina a fare la spesa all’Esselunga di Viale Galilei a Coiano la mia zona nativa ed il pomeriggio ho prestato il mio servizio dalle 17:00 alle 20:00 presso la Conad di Maliseti indossando la pettorina gialla, distribuendo i vari volantini con la roba da prendere e dietro il messaggio del Papa lanciato la scorsa domenica in occasione della seconda Giornata Mondiale dei Poveri. E’ possibile offrire un contributo donando 2 Euro al numero 45599 da cellulare o telefono fisso il tutto promosso dal Banco Alimentare nato a Milano nel lontano 1989 e guidato dal Presidente Andrea Giussani e qui a Prato il Responsabile del Banco Alimentare è il Signor Roberto Cosci. Partecipo alle raccolte extra promosse dall’Emporio della Solidarietà insieme alla Caritas Diocesana perchè questo aiuto va ai bisognosi e non costa niente se non che quello di mettere a disposizione una parte del proprio tempo e qui mi viene in mente San Paolo quando parla della carità nella Prima Lettera ai Corinzi. Che questa iniziativa si ripeta sempre e che siano coinvolti sempre più bambini perchè questo è un modo per farli apprendere cosa sia il volontariato accompagnati dai loro insegnanti e genitori e messi insieme agli adulti che sono veterani perchè conoscono e praticano questo servizio da tanti anni

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*