Donazione organi e tessuti, quasi il 90% dei montemurlesi dice sì

Nell’ultimo anno al momento del rilascio della carta d’identità sono stati ben 841 i montemurlesi, l’86,9 % del totale, che ha firmato per dichiarare la propria volontà al consenso sulla donazione di organi e tessuti. Un risultato lusinghiero ben oltre la media toscana ferma all’81%, anche se leggermente inferiore al 92 % della provincia di Prato. «I nostri concittadini dimostrano una straordinaria sensibilità e consapevolezza. Spesso evitiamo di pensare a questi problemi, ma chi ne ha bisogno ci pensa ogni giorno.- commenta l’assessore alle politiche sociali e stato civile, Luciana Gori – In Italia attualmente sono circa 9 mila le persone in attesa di un trapianto. Esprimere il consenso alla donazione significa dare una speranza a chi sta soffrendo». La possibilità di esprimere il proprio consenso alla donazione di organi al momento del rilascio della carta d’identità è prevista dal progetto regionale “Una scelta in Comune”, realizzato da Regione Toscana con Anci Toscana, Federsanità Anci, Centro nazionale trapianti e Aido, che amplia la possibilità di registrazione della volontà agli uffici anagrafe dei Comuni. A Montemurlo, inoltre, dal febbraio di quest’anno è possibile depositare il testamento biologico per esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari. Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può attraverso le DAT – Disposizioni Anticipate di Trattamento – esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di farlo. Per maggiori informazioni o chiarimenti ci si può rivolgere all’ufficio servizi demografici del Comune (via Toscanini, 1- piano terra) telefono: 0574 558340 o navigando sul sito www.comune.montemurlo.po.it

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*