La storia della Chiesa nascente e il suo rapporto con le culture del Mediterraneo: 3 incontri con il biblista Paolo Garuti

Il tema è un po’ provocatorio ma realistico: quando i cristiani erano considerati atei. A raccontare le vicende della Chiesa nascente e del suo rapporto con le culture del mediterraneo sarà padre Paolo Garuti, biblista domenicano di fama internazionale, docente alla Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino di Roma e all’ Ecole Biblique di Gerusalemme. A organizzare il ciclo di tre incontri con padre Garuti è l’Associazione pratese pro pace in Terra Sancta che ha l’obiettivo “di condividere un momento di conoscenza, fede e libero confronto”. Si comincia martedi 13 novembre con il tema Il Galileo e l’ebraismo di Gerusalemme; martedì 20 novembre relazione su Paolo di Tarso, le religioni e il pensiero dei Greci; martedì 27 novembre il tema è E la Croce arrivò a Roma. Gli incontri si tengono, sempre alle ore 21, nella Sala Capitolare del Convento di San Domenico in Prato.

Il legame tra Prato e la Terra Santa è molto stretto. Numerosi gruppi ogni anno visitano i territori dove visse Gesù in Israele e Palestina Il ciclo di incontri nasce da un gruppo di persone che hanno partecipato, anche in più occasioni, a viaggi, esperienze, progetti di cooperazione ed eventi nei luoghi santi della Palestina. Padre Garuti appartiene alla scuola domenicana di Padre Lagrange, fondatore dell’Ecole Biblique di Gerusalemme, che ha innovato profondamente lo studio dei testi antichi su base interdisciplinare integrando l’approccio teologico con l’archeologia, l’antropologia, la linguistica e, soprattutto, la storia. Un’opportunità per credenti e laici.  “Le nostre iniziative sono aperte a tutti – spiegano gli organizzatori – Il nostro vuol essere un invito non solo a partecipare ma a contribuire attivamente per costruire un percorso sincero di dialogo sulla conoscenza”. Per inscrizioni o informazioni tel 333 5263638 o 320 8106114.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*