Quando i cristiani erano considerati atei: stasera l’ultimo incontro con Padre Garuti

L’arrivo del cristianesimo, con la sua forza dirompente e originale, nella Roma imperiale.  E’ il tema del terzo incontro con padre Paolo Garuti, domenicano, docente dell’Ecole Biblique di Gerusalemme e dell’Università San Tommaso d’Aquino di Roma che si tiene oggi, martedì 27 novembre, alle 21, nella sala capitolare di San Domenico. L’iniziativa, tre incontri sotto il titolo Quando i cristiani erano considerati atei, è promossa dall’associazione Pro pace in Terrasanta. I primi due appuntamenti hanno visto un’ampia partecipazione. Nel primo incontro, padre Garuti ha approfondito i rapporti fra cristianesimo ed ebraismo, inteso come religione metropolitana della città del tempio: Gerusalemme. Il confronto fra la chiesa cristiana nascente e le culture classiche dell’ellenismo, in particolare della Grecia del primo secolo, è stato in vece al centro del secondo incontro. Per informazioni e iscrizioni telefonare ai numeri 333 5263638 e 320 8106114.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*