Ancora un incendio in appartamento: paura in via Buricchi a Montemurlo FOTO e VIDEO

Dopo la tragedia di lunedi scorso di via del Castagno (leggi l’articolo), un altro incendio in appartamento si è verificato stamani, questa volta a Montemurlo e questa volta, per fortuna, senza vittime. L’allarme è scattato poco dopo le 8 in un condominio di via Fratelli Buricchi che fa angolo con viale Fratelli Rosselli, in pieno centro. Le fiamme si sono sprigionate in un appartamento al primo piano: una donna di 82 anni in stato di choc e con sintomi da intossicazione è riuscita ad uscire dai locali prima che la situazione precipitasse. L’incendio, come si vede dalle immagini sotto, pubblicate su sei di Montemurlo se, è stato particolarmente violento e ha danneggiato anche l’esterno del palazzo.

I vigili del fuoco di Prato sono intervenuti con una squadra dal vicino distaccamento di Montemurlo e una proveniente dalla sede centrale di via Paronese, con in appoggio un’autobotte e un’autoscala. Si sono registrati attimi di panico per altre due donne, una di 78 anni e una di 83, che vivono rispettivamente negli appartamenti sopra e sotto a quello in fiamme. La signora di 83 anni che abita al secondo piano della palazzina, in particolare, non si era accorta di quanto stava avvenendo nella casa sotto di lei e quando si è affacciata alla finestra si è trovata di fronte a lingue di fuoco che salivano dalla camera sottostante. I vigili del fuoco allora l’hanno raggiunta e messa in salvo passando normalmente dalle scale del condominio; stesso tipo di assistenza è stata prestata alla signora del piano terra. Le due donne, comprensibilmente sotto choc, infreddolite ma in buone condizioni fisiche, sono state assistite dai sanitari giunti sul posto. L’appartamento dove si è sviluppato l’incendio è temporaneamente inagibile e la proprietaria in questi giorni sarà ospitata dal figlio. Gli altri occupanti del condominio, invece, dopo le verifiche dei vigili del fuoco, già da stasera potranno rientrare nelle proprie case. In corso di accertamento le cause dell’incendio, che è partito all’interno di una camera da letto e probabilmente è stato provocato dal corto circuito di una termo coperta accesa in camera da letto. La polizia municipale  ha gestito la viabilità e facilitato le operazioni di soccorso chiudendo via Rosselli, da via Toscanini a via Carducci, fino alle ore 9,30. Sul posto, anche il sindaco Mauro Lorenzini, che ha seguito in prima persona tutte le fasi dei soccorsi:« Tra gli aspetti che mi hanno colpito positivamente di questa vicenda è stata la solidarietà dei vicini di casa delle persone coinvolte nell’incendio, che spontaneamente hanno aperto le porte delle loro abitazioni, dove sono stati allestiti dei veri e propri punti di primo soccorso. Ringrazio inoltre per l’operosità e la professionalità i vigili del fuoco, la nostra polizia municipale, i carabinieri e gli altri soccorritori». Il sindaco infine lancia un appello a prestare la massima attenzione nell’utilizzo di dispositivi elettrici: «Per combattere il freddo pungente di questi giorni, soprattutto le persone anziane sono portate a usare stufe e coperte elettriche. Raccomando a tutti di prestare la massima attenzione e a non lasciare queste apparecchiature accese incustodite».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*