Droga, 5 spacciatori arrestati da carabinieri e polizia municipale

Cinque pusher arrestati in pochi giorni e quasi due chilogrammi di droga ritirati dal mercato dell’illegalità pratese. Sono i numeri del bilancio delle attività condotte nel fine settimana dai carabinieri per contrastare il fenomeno dello spaccio di droga, soprattutto in centro storico o nelle zone limitrofe.

Nel tardo pomeriggio di sabato le manette sono scattate per un 50enne marocchino, residente in centro, disoccupato e pregiudicato. L’uomo è stato fermato mentre rientrava a casa ed è stato sorpreso con un involucro di plastica saldata al cui interno erano nascosti 100 grammi di cocaina. Durante la perquisizione nell’abitazione è stata rinvenuta una bilancina elettronica, materiale per confezionare le dosi e denaro contante per 210 euro e 370 dirham del Marocco, tutti sequestrati. Il nucleo investigativo dei Carabinieri ha lavorato in stretta sinergia con il personale della polizia municipale di Prato.

E sempre sabato scorso, intorno alle 13, i Carabinieri di Montemurlo hanno arrestato un 20enne nigeriano, senza fissa dimora, fermato in via Battisti a Montemurlo. Alla vista dei militari, il giovane ha ingerito lo stupefacente: un ovulo di eroina del peso di 11 grammi, che è stato recuperato solo in ospedale. Il ragazzo aveva con sé anche 875 euro in contanti, ritenuti frutto dello smercio e pertanto sequestrati. Ancora nella serata di sabato 1 dicembre, altro arresti ai danni di un 48enne cinese, operaio. L’orientale aveva a bordo della sua auto una confezione di cartone. In un involucro argentato erano stati sistemati 500 grammi di ketamina. Individuato anche denaro per 235 euro.

Altri due casi si sono verificati nei giorni precedenti: venerdì un 35enne nigeriano e senza fissa dimora, clandestino e con precedenti, è stato controllato e perquisito in via Battisti e trovato in possesso di 3 dosi di eroina per un totale di 2 grammi. Infine, in via Pistoiese, nella giornata di giovedì, a finire nel mirino è stato un cittadino cinese di 43 anni che si era fatto spedire un pacco sigillato, inviato tramite corriere dall’Olanda. Nella scatola, 5 flaconi di pseudo complessi vitaminici che invece celavano oltre 1.100 grammi di ketamina. In due involucri di cellophane erano nascosti oltre 30 grammi di shaboo. Rinvenuti anche 1.200 euro di fogli contanti. L’impegno delle forze dell’ordine prosegue in questa direzione per specifica volontà e su input del prefetto di Prato, Rosalba Scialla.

“Voglio esprimere il mio ringraziamento pubblico ai Carabinieri di Prato e Montemurlo per l’operazione antidroga che ha portato all’arresto di cinque spacciatori. Un grazie sentito anche alla Polizia municipale che ha collaborato fattivamente, contribuendo all’arresto di uno dei criminali”. È il messaggio con il quale sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha salutato l’operazione che nel fine settimana ha portato all’arresto di cinque spacciatori, e al sequestro di due chilogrammi di sostanze stupefacenti e di 2.500 euro. “È  l’ulteriore dimostrazione”, ha aggiunto Biffoni, “che sul fronte del contrasto alla criminalità le istituzioni e le forze dell’ordine non abbassano la guardia un istante e sono sempre attive per garantire la sicurezza sul territorio”. A proposito del ruolo della Polizia Municipale il sindaco sottolinea la complessità del lavoro svolto dagli agenti di Piazza Macelli che proprio in questi giorni hanno sequestrato un cantiere edile in cui erano state commesse numerose infrazioni urbanistiche e interrotto, con il sequestro di 30 casse di frutta e verdura, l’attività abusiva di un ortolano. “Il rispetto delle regole”, ha concluso Biffoni, “è l’unica strada per una città più sicura. Su questo andremo avanti con i controlli e tutte le altre azioni necessarie”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*