I ragazzi del centro Cui allestiscono 5 presepi artigianali in consiglio regionale: oggi l’esibizione del coro “Voci diverse”

Grandi, imponenti, sorprendenti. I cinque presepi artigianali messi a punto dal centro diurno per disabili Cui di Prato sono ormai allestiti al primo piano di palazzo del Pegaso. L’appuntamento per il taglio del nastro è lunedì 17 dicembre alle 12.30, alla presenza del presidente del Consiglio, Eugenio Giani. I giovani del Cooperativa unitaria invalidi, le famiglie, la loro ‘maestra’, Alessandra Gallozzi, che di questi giovani è guida ed ispirazione, oggi hanno affollato l’anticamera della sala consiliare, per ultimare i preparativi per la mostra dal titolo “NATALE Tutti insieme, tutti diversi”.

A far gli onori di casa il consigliere Nicola Ciolini, che lunedì sarà con il presidente Giani all’inaugurazione: “Oggi il Consiglio apre le porte alla cittadinanza di Prato e afferma che questi luoghi appartengono a tutti, ai cittadini e a voi tutti” ha dichiarato rivolgendosi ai presenti. “E’ anche così che si riavvicinano le comunità alle Istituzioni”.

In palazzo del Pegaso anche Ambra Giorgi, che del CUI è presidente dal 2016. “Attraverso il lavoro si esalta il patrimonio individuale di capacità di cui ognuno è portatore – spiega -: quest’anno esponiamo 5 presepi della nostra collezione”. Il lavoro, continua la presidente, “non è solo uno strumento di socializzazione e conquista di autonomie, è una via per emancipare ogni persona e anche centri come il Cui, immettendoli in circuiti produttivi”.

L’attività dei presepi artigianali è una delle particolarità del centro diurno di Prato. Iniziata da oltre 15 anni, via via ha coinvolto tutti gli utenti del centro, che lavorano alla progettazione e alla realizzazione per buona parte dell’anno utilizzando, a seconda della tipologia scelta, ogni tipo di materiale.
Questa mattina, 15 dicembre, ad accompagnare la mostra c’è stata anche l’esibizione, applauditissima, del coro “Voci Diverse” (nella foto) formato dai bambini della scuola primaria Bruni di Casale e da ragazzi del centro CUI. A dirigere il coro il maestro Claudio Tempestini.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*