Lessons for good: genitori, insegnanti e politici al lavoro per rimettere a nuovo la scuola per l’infanzia di Schignano FOTO

Genitori, insegnanti, volontari del bricolage e amministratori pubblici al lavoro per rimettere a nuovo la scuola per l’infanzia di Schignano, nel comune di Vaiano. L’operazione – che ha il suo momento centrale stamani – vuole migliorare gli spazi per il benessere dei bambini. Leroy Merlin ha messo a disposizione materiali, personale specializzato e ha mobilitato i volontari del bricolage, sostenendo l’iniziativa nell’ambito della giornata Lessons for good. In pratica una vera e propria maratona di volontariato, che si svolge in tutta Italia, dove si insegna il fai da te e al contempo si svolge un’attività benefica. “Un esempio davvero bello di impegno per la comunità. Grazie alle famiglie, ai volontari e al personale di Leroy Merlin che ha dimostrato generosità e attenzione”, commenta Primo Bosi, sindaco di Vaiano. “Questa scuola per l’infanzia è un modello anche di collaborazione istituzionale tra i comuni di Vaiano e Cantagallo”, sottolinea Guglielmo Bongiorno, sindaco di Cantagallo. E stamani anche Primo Bosi, assieme al vicesindaco di Vaiano Marco Marchi è arrivato per dare una mano, con Maila Grazzini, assessore alla Scuola di Cantagallo.

A candidare all’iniziativa Lessons for good la Scuola per l’infanzia di Schignano, che ospita 42 bambini provenienti dal territorio dei due comuni, sono stati alcuni genitori. E stamani si sono rimboccate le maniche per portare a termine l’operazione rimessa a nuovo. A guidare la squadra Angela Amato, manager relazioni clienti del negozio Leroy Merlin dei Gigli, che ha impostato il lavoro con generosa professionalità , anticipando alcuni interventi più complessi. Attivissime le quattro insegnanti – Letizia Orlando, Cinzia Brandi, Elena Innocenti e Maria Cecilia Casarini – che non si sono certo risparmiate.

Gli interventi hanno riguardato la cucina con la risistemazione dell’area lavello e l’aggiunta di pensili e mobiletti, è stato interamente ripristinato il laboratorio di pittura – che fungeva da deposito – e allestito con nuovi scaffali. Si è poi intervenuti nello spazio dormitorio con imbiancatura e arredi particolari come le nuove tende ignifughe.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*