“Boicotta” il porta a porta e getta i rifiuti dal furgone al casello di Prato Est: scoperto e multato dalla Polstrada FOTO

Per mesi, da quando sono spariti i cassonetti, anziché fare la raccolta differenziata ha preso a disfarsi dei rifiuti lanciandoli dal finestrino all’altezza dello svincolo di Prato Est. Protagonista del gesto incivile è un cinquantenne pratese che ogni notte caricava i sacchi sul furgone, per poi lanciarli durante il viaggio e lasciarli marcire ai lati dell’autostrada.
La presenza dei rifiuti è stata segnalata dalla Società Autostrade per l’Italia alla Sottosezione di Montecatini Terme della Polizia stradale. Gli agenti, pur di individuare il responsabile di quello scempio, non hanno esitato a sporcarsi le mani, rovistando all’interno dei sacchetti e recuperando ricevute, lettere con nomi e indirizzo, una fotocopia strappata di una carta d’identità e altri elementi utili alle indagini, nonostante il lanciatore seriale avesse provato a non farsi scoprire cancellando i suoi dati con un pennarello nero. La Polstrada ha pure visionato ore di filmati registrati dalle telecamere puntate in prossimità dello svincolo di Prato Est, riuscendo così a risalire alla targa di un furgone e al suo proprietario. A quel punto, il soggetto è stato convocato in caserma a Montecatini Terme, dove agli investigatori della Sottosezione ha confessato tutto, dicendo di avere una situazione familiare difficile che gli impediva di fare la raccolta differenziata. La Polstrada lo ha multato con quasi 600 euro per abbandono di rifiuti urbani.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*