Da parcheggio a discarica dopo l’incendio del tir: la bonifica potrebbe essere finalmente imminente, ma occorre il dissequestro del mezzo pesante FOTO

Da parcheggio a discarica, dopo l’attacco incendiario ad un tir pieno di indumenti. È la sorte del piazzale tra viale XVI aprile e via Puglia al Macrolotto di Iolo. Qui nella notte tra il 10 e l’11 novembre 2017 qualcuno ha lanciato più di una bottiglia molotov contro il mezzo pesante condotto da un cittadino pakistano dipendente di una ditta di trasporti di Padova, che aveva da poco caricato la merce sul tir rifornendosi da una ditta cinese del Macrolotto.
Sull’episodio continuano ad indagare i carabinieri, ma nel frattempo l’area, di proprietà comunale e in passato adibita a parcheggio per gli autobus della Cap, è diventata una discarica piena di rifiuti. Al tir sono state tolte le gomme e tutto intorno sono fioriti stracci, scarpe, pannelli in cartongesso, pneumatici, estintori, sacchi neri con scarti tessili, fusti di prodotti chimici, materiali edili e forse anche lastre di eternit.
Il comandante della polizia municipale Andrea Pasquinelli, interpellato sulla questione, traccia una soluzione sulla quale ha invitato a lavorare società partecipate e uffici comunali competenti: l’area, non essendo più un deposito Cap, deve recuperare l’originaria destinazione di parcheggio pubblico. “Consiag servizi – afferma Pasquinelli – provvederà a rimuovere quello che rimane della recinzione, che non ha più ragione di esistere. Trattandosi di un’area pubblica, inoltre, Alia dovrà ritirare i rifiuti che finora vista la situazione poco chiara non venivano ritirati”. Più complicata la rimozione del mezzo pesante che risulta ancora sotto sequestro probatorio, disposto dalla Procura ed eseguito dai vigili del fuoco all’indomani dei fatti, oramai 13 mesi fa. Se fossero cessate le esigenze investigative e venisse decretato il dissequestro, il Comune potrebbe rimuovere il tir e avviarlo a demolizione grazie alla convenzione in essere con Area Sicura, che prevede anche la rimozione dei veicoli abbandonati.
Per quanto riguarda la destinazione futura, nella zona l’amministrazione aveva ipotizzato un’area attrezzata e parcheggio per camper, che sarà invece realizzata nei prossimi mesi a Paperino, nel più ampio piazzale dell’Arte della Lana, tra via Lille e via Aldo Moro, dove un tempo c’era il parcheggio della società di trasporti Contrar.
“Per quanto riguarda via Puglia, purtroppo abbiamo constatato che quell’area non serve come parcheggio pubblico – afferma l’assessore Filippo Alessi -. Stiamo pensando di darla in affitto, abbiamo ricevuto una manifestazione di interesse da parte degli spurghisti per farne un’area di rimessaggio e stiamo valutando questa possibilità”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*