Sicurezza, Recaldin (Lega): “Siamo al limite. Necessario ripristinare ordine e legalità” VIDEO

“L’episodio avvenuto in via Magnolfi è emblematico del fatto che oramai a Prato si sia giunti ai limiti della decenza e dell’inciviltà”. Così Andrea Recaldin, commissario provinciale della Lega di Prato. “Purtroppo non c’è giorno che a Prato non si verifichino episodi delinquenziali, conseguenza di questi cinque anni di governo targato PD, che ha ridotto la città ad una totale insicurezza” aggiunge il commissario provinciale della Lega. ““Fortunatamente le elezioni si avvicinano e i cittadini di Prato avranno la possibilità di mandare a casa la vecchia giunta comunale e di rinnovarla sulla scia del cambiamento e del buon senso che è in atto in tutta la Toscana. Con la Lega saranno ripristinati ordine e legalità in città” chiude Recaldin.
Intanto proseguono gli incontri tra i vari partiti e liste di centrodestra al fine di individuare il candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative. Il prossimo è previsto in serata. Sarà un civico o un politico? “Sui nomi ci stiamo confrontando” ha affermato Recaldin ai microfoni di TV Prato. “Vogliamo individuare il migliore per mandare a casa una sinistra che ha rovinato la città di Prato”. Nell’intervista realizzata da Lucrezia Sandri si è parlato della nuova nomina di Recaldin a commissario provinciale della Lega e delle strategie in vista delle prossime elezioni amministrative.

4 Commenti

  1. Ma chi lo conosce questo Recaldin, che tra l’altro come cognome mi sembra tutt’altro che pratese, che viene a sparare castronerie come quella che gli episodi delinquenziali siano la conseguenza del governo targato Pd? Non glielo hanno detto che 5 anni prima c’è stata una giunta di centrodestra? E non glielo hanno spiegato che quando c’era Cenni non è che sia stato fatto molto per la sicurezza e che gli episodi delinquenziali erano piu’ o meno della stessa intensita’ di quelli che si verifican adesso? Caro signore che rappresenta un partito che qualche hanno fa voleva incendiare i catasti e prendere a schioppettate i ladroni di Roma con le doppiette della val Seriana, queste boiate raccontale ai valligiani delle valli Bergamasche a Prato si sa da noi come fare senza che tu venga te dalla Padania a dircelo.

  2. Max2, neppure tu visto che i suggerimenti dati a Recaldin, ovvero di riandarsi a vedere i risultati della giunta Cenni, in tema di sicurezza, invece di sparare affermazioni “alla moda”, sono piu’ che circostanziate.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*