118, oltre mille chiamate al giorno alle due centrali dell’Asl Toscana Centro

Nel 2018 sono stati 148.167 gli interventi della centrale operativa del 118 Firenze e Prato e 71.112 quelli della centrale Pistoia e Empoli, rispettivamente per un totale di 171.903 e 89.397 missioni operate, ovvero i mezzi di soccorso che sono stati inviati sul territorio. A fronte delle 253.233 chiamate ricevute nel 2018 dalla centrale di Firenze e Prato, con una media giornaliera di 694, ogni giorno sullo stesso territorio, sono stati soccorsi circa 459 pazienti (per un totale annuale di 167.452) e per 471 volte un mezzo per l’emergenza-urgenza è stato inviato sul territorio per un soccorso. Per quanto riguarda la centrale operativa di Pistoia e Empoli le chiamate complessive sono state 105.299 peruna media giornaliera di 288, mentre ogni giorno sono stati soccorsi 188 pazienti (per un totale di 68.846) e per 245 volte un mezzo è uscito per prestare soccorso.

Le due centrali operative svolgono un ruolo ‘strategico’, spiega una nota dell’Azienda, per il trasporto nei pronto soccorso dei diversi presidi ospedalieri: sia in quella di Firenze e Prato, diretta dalla dottoressa Lucia De Vito, che ha sede al Palagi e quella di Pistoia e Empoli, diretta dal dottor Piero Paolini, che si trova all’interno del vecchio ospedale delCeppo arrivano tutte le chiamate di soccorso che attivano le missioni attraverso vari mezzi tra cui auto mediche, ambulanze di primo soccorso, con medico o personale infermieristico a bordo.

La centrale operativa di Firenze e Prato è anche sede della centrale unica di riferimento del servizio di elisoccorso per la Regione Toscana. La centrale operativa di Pistoia e Empoli ha invece la duplice funzione di Sala Operativa Regionale per le maxi-emergenze e di CROSS (Centrale Remota per le Operazioni di Soccorso Sanitario).

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*