Controlli nei compro oro alla ricerca di oggetti rubati: i carabinieri schedano i preziosi sospetti VIDEO

Tra il mese di dicembre del 2018 e gennaio 2019 i carabinieri hanno effettuato controlli sulle 14 attività di “compro oro” presenti in città, per verificare il rispetto della nuova regolamentazione che impone vari obblighi ai titolari con l’intento di contrastare la ricettazione ed il riciclaggio di oro e oggetti preziosi provento di furto.
Tra gli obblighi figurano l’iscrizione all’apposito registro, l’identificazione del cliente e la descrizione dell’oggetto prezioso da conservare per almeno 10 anni, la tracciabilità delle varie operazioni relative all’acquisto e alla vendita di oro.
I carabinieri hanno riscontrando che 5 negozi avevano cessato la loro attività, mentre quelli ancora aperti hanno fornito ben 7.620 fotografie d’oggetti preziosi con relativa scheda allegata alla foto di coloro che avevano ceduto i monili.
Le verifiche hanno permesso di accertare che tra coloro che avevano venduto preziosi figuravano soggetti con precedenti, che con cadenza regolare avevano portato oggetti al compro oro, probabilmente rubati.
Questo “mega album fotografico” è consultabile presso tutte le stazioni carabinieri della Provincia di Prato a disposizione di chi ha subito furti di preziosi nel 2018.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*