È morto il diacono Luigi Abbachini, uno dei membri più conosciuti dei terziari carmelitani

Luigi Abbachini, il secondo da sinistra

È morto il diacono Luigi Abbachini. Avrebbe compiuto a breve 70 anni e da tempo era affetto da una grave malattia incurabile. Prima di andare in pensione aveva lavorato per anni alla Cassa di Risparmio di Prato, ma il suo nome è legato in particolare all’impegno con il Terz’Ordine carmelitano all’interno del movimento La Famiglia fondato da padre Agostino Bartolini.

 

Abbachini entrò a far parte de La Famiglia alla fine degli Sessanta e da allora ne è diventato uno dei membri più conosciuti e attivi. Era della parrocchia di Cafaggio, dove ha sempre svolto un prezioso servizio all’interno del Consiglio pastorale, e lì aveva fondato uno dei tanti gruppi presenti a Prato legati alla spiritualità carmelitana. La sua appartenenza al movimento lo aveva fatto innamorare del mondo del ciclismo, grande passione di padre Agostino, che fu padre spirituale della gloriosa Filotex, la squadra pratese che tra le sue fila ha annoverato campioni come Francesco Moser e Franco Bitossi. È stato uno degli animatori del centro di spiritualità dedicato al ciclismo aperto al convento di Santa Lucia alla Castellina, dove per anni ha vissuto padre Agostino.

 

Padre e nonno, ha compiuto in diocesi il cammino per diventare diacono permanente. I funerali si svolgeranno domani, sabato 9 febbraio, alle ore 11 in cattedrale e saranno presieduti dal vescovo Franco Agostinelli.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*