Più di tre milioni di euro per opere pubbliche sulla viabilità: interventi in tutti i Comuni

Oltre tre milioni di euro nel triennio 2019-2021 stanziati dalla provincia di Prato per assicurare una viabilità adeguata in tutto il territorio e garantire la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni. L’investimento è stato annunciato dal presidente Francesco Puggelli che, insieme ai sindaci della provincia, sta definendo gli “interventi di manutenzione straordinaria legati alla viabilità provinciale, finalizzati alla messa in sicurezza delle strade” da realizzare nell’anno in corso.

La programmazione dei lavori stabilita da palazzo Buonamici ha previsto 1.123.111 euro di opere pubbliche legate alla viabilità per ciascuno dei prossimi tre anni. Gli interventi aggiuntivi saranno indicati dai primi cittadini, spiega Puggelli, e rientrano nell’ottica di avviare “una nuova fase nei rapporti tra gli enti che parta dal recepire le istanze direttamente dalle amministrazioni comunali”. Quest’ultime, infatti, “più di ogni altri, conoscono le esigenze del territorio, dunque sono in grado di rappresentarle”.

Nel 2019, quindi, verranno realizzati l’installazione delle reti di protezione sul versante a monte della SP3 a Cantagallo. A Carmignano sarà realizzata l’asfaltatura della SP9 nel centro di Comeana, mentre sarà sistemato il manto stradale della SP8 fra Prato e Poggio a Caiano. Inoltre saranno svolti i lavori di messa in sicurezza del versante di valle e frana lungo la SP2 a Cantagallo. In arrivo, inoltre, importanti opere di asfaltatura e messa in sicurezza sulla SR325 in Val Bisenzio e sulla SP4 a Montemurlo. Ulteriori opere, per lo stesso importo, saranno portate a termine anche nel 2020 e nel 2021.

“Sono convinto che – afferma Puggelli – attraverso il confronto quotidiano dei Sindaci del territorio pratese, condividendo strumenti e priorità, sia possibile ottenere risultati positivi, nell’interesse dei cittadini e delle nostre comunità. Negli anni scorsi, la situazione drammatica delle Province ha reso impossibile garantire anche la sola manutenzione ordinaria sulle strade del nostro territorio. La situazione delle nostre strade parla da sola. E’ arrivato il momento di cambiare marcia: dobbiamo dire chiaramente che le province forniscono servizi essenziali ai cittadini dalle scuole superiori, alla sicurezza stradale, alla viabilità. Occorre che il governo sostenga questo impegno attraverso una strategia di lungo corso e con le necessarie risorse. I 2.1 milioni di euro, recentemente assegnati alla provincia di Prato dall’esecutivo, sono un buon punto di partenza ma rappresentano solo una piccola parte rispetto a quanto, oltre 13 milioni di euro, il nostro ente versa annualmente allo Stato. Un saldo largamente negativo, che se non invertito rischia di restringere il campo e la qualità dei servizi offerti ai pratesi rendendo vano l’impegno quotidiano dei Sindaci per il nostro territorio”, conclude il presidente. 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*