Il Coni dedica una targa in memoria di Don Alberto Maggini

“Quella di domani sera sarà una festa per onorare non solo la memoria di un grande uomo, la sua storia e quella di due comunità in particolare, Tavola e Capezzana, ma sarà soprattutto l’occasione per ritrovarsi insieme e rinnovare ancora una volta l’orgoglio di tutta la città per ciò che Don Alberto Maggini ha rappresentato con il suo operato per molte persone per molti anni”.

Con queste parole il sindaco Matteo Biffoni ha presentato questa mattina la serata in programma domani, mercoledì 27 marzo, alle 20, al campo da calcio Martelli di Tavola quando nelle mani del fratello Carlo, che si è detto felice nel riscontrare il grande bene che il fratello ha lasciato, sarà consegnato un riconoscimento alla memoria di Don Alberto Maggini. Il sindaco ha annunciato anche che sarà fatta all’ufficio toponomastica richiesta di valutare la possibilità, quando i tempi saranno corretti, di poter intitolare al parroco una strada, una piazza o un impianto sportivo.

“Questo riconoscimento – ha sottolineato il referente del Coni provinciale Massimo Taiti – è un premio personale del presidente Giovanni Malagò a cui è stata raccontata la storia di Don Maggini. E’ una targa che ha un grande valore, frutto di un percorso, fatto da noi come Coni, dal sindaco, dall’ex delegato allo Sport Luca Vannucci, iniziato tempo fa e conclusosi con questa serata a cui parteciperanno moltissime persone, i “ragazzi” di Don Maggini, molti vertici del calcio toscano e tante persone che gli hanno voluto bene e che hanno condiviso con lui un percorso fatto di gioie e dolori che è stato tanto importante per la nostra comunità sportiva”.

Sulla targa saranno scritte queste parole: “Alla memoria di Don Alberto Maggini. Per la sua grande dedizione ed impegno rivolti alla difesa dei valori autentici dello sport.”

Presente alla conferenza anche Don Carlo Bergamaschi, attuale parroco di Capezzana. “Metterò tutto il mio impegno –  ha dichiarato – per portare avanti i valori di sport e comunità che Don Maggini ha fatto suoi, per essere una comunità aperta così come voleva lui, per continuare ad aggregare e coinvolgere soprattutto i ragazzi”. Anche la società del calcio Tavola per bocca del presidente Fernando Buffini si è detta disponibile ad essere sempre presenti per qualsiasi iniziativa verrà proposta nel ricordo di Don Alberto Maggini.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*