Il presidio fisso di Forza Nuova trasformato in corteo per il centro. Tensioni in piazza Stazione VIDEO

Una piazza deserta. Intorno, il silenzio: così si presentava piazza del Mercato Nuovo, nel primo pomeriggio. Tanti giornalisti e tanta polizia. Verso le 15.30 sono arrivati anche i giornalisti Gad Lerner e Diego “Zoro” Bianchi, curiosi di vedere la situazione, dopo esser stati in piazza delle Carceri al presidio antifascista. In direzione di Gad Lerner sono partiti subito alcuni cori offensivi (gli è stato urlato “Ebreo”). I manifestanti di Forza Nuova sono arrivati con più di mezz’ora di ritardo rispetto all’ora prevista (le 15.30). Sono arrivati tutti insieme, in gruppo, preceduti dal leader nazionale Roberto Fiore, che si è poi ricongiunto al candidato sindaco di FN Massimo Nigro, già in piazza. In prima linea, tre manifestanti che portavano tre grandi cartelli con su scritto: “Dio”, “Patria”, “Famiglia”. A tenere i loro discorsi su un palco improvvisato (una panchina nel quadrante della piazza affacciato su viale Galilei), Roberto Fiore, Massimo Nigro e il segretario provinciale pisano di Forza Nuova Augusto Gozzoli. Un presidio “lampo”, quello in piazza del Mercato Nuovo), che, di fatto, si è poi trasformato in un vero e proprio corteo proprio per quelle vie del centro storico che dovevano essere toccate secondo il programma iniziale, prima della decisione di prefettura e questura di trasformare la manifestazione, appunto, in un evento statico. Due i momenti di tensione: uno in viale Galilei, quando una ragazza ha gridato “fascisti” in direzione dei manifestanti e un altro in piazza della Stazione centrale, quando un soggetto ha tentato di lanciarsi sugli stessi manifestanti con una bottiglia rotta in mano. Entrambi sono stati immediatamente bloccati dalla Polizia. Il corteo si è sciolto alla partenza di Roberto Fiore, verso le 17.30.

Guarda il video-racconto del corteo di Forza Nuova:

Lucrezia Sandri

1 Commento

  1. per le europee creare il Polo Sovranista: CPI FN e altre formazioni sovraniste minori, tutti insieme. Nelle manifestazioni di protesta non solo bandiere ma anche striscioni sovranisti ad es: per il ritorno alla Sovranità Monetaria, cessioni di sovranità è reato, è contemplato nella Costituzione. Gli Stati Uniti d’Europa sono la morte della Repubblica Italiana. I partiti di Estrema Destra non hanno voce nelle TV? allora giriamo per lungo e per largo con questi striscioni e siamo pari

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*