Torna «24 ore per il Signore», preghiere e confessioni in Sant’Agostino e nelle cappelle dell’Adorazione perpetua

Torna anche quest’anno l’appuntamento con «24 ore per il Signore», l’iniziativa che mette al centro l’adorazione eucaristica e la confessione. A promuoverla in tutto il mondo è il pontificio consiglio della nuova evangelizzazione su richiesta di papa Francesco. Il tema dell’edizione 2019 è: «Neppure io ti condanno» (Gv. 8,11).
Anche questa volta la Diocesi di Prato partecipa mettendo a disposizione momenti e sacerdoti per il sacramento della riconciliazione.
Domani, venerdì, 29 marzo, alle 18,30 messa presieduta da monsignor Franco Agostinelli in Sant’Agostino. Poi la chiesa rimarrà aperta con disponibilità per le confessioni fino alle ore 23 e il giorno successivo, sabato 30 marzo, dalle 7 alle 18,30, orario di inizio della prefestiva.
Si uniscono all’iniziativa i tre punti dell’Adorazione perpetua presenti in diocesi: il chiesino di San Paolo, la cappella della Sacra Famiglia e la pieve di Usella. Domani e sabato sono presenti sacerdoti per le confessioni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*