Direttori tecnici, sportivi e amatori: presentata la lista civica “Sport per Prato” a sostegno di Biffoni

Una nuova cittadella dello sport al coperto, con un palazzetto capace di ospitare eventi e manifestazioni internazionali. Oppure l’istituzione di un fondo apposito per garantire il diritto di praticare una qualsiasi disciplina sportiva anche alle persone più in difficoltà. O ancora la proposta di destinare una percentuale degli oneri di urbanizzazione incassati dal Comune alla manutenzione degli impianti sportivi e alla realizzazione di aree dove fare attività fisica all’aperto, gratuitamente. E poi giornate formativi e giornate dedicate all’inclusione e ai disabili. Sono queste alcune delle idee portate in dote al sindaco uscente, Matteo Biffoni, per la sua ricandidatura dalla lista civica “Sport per Prato”. Trentadue i candidati al consiglio comunale presentati ufficialmente dai coordinatori Luca Vannucci, Gianluca Coppini, Luigi Galardi e Roberto Macrì: una squadra composta da uomini e donne, giovani e meno giovani, tutti accomunati dall’idea che la pratica sportiva sia un tassello fondamentale per lo sviluppo del territorio e per la salute e il benessere dei suoi abitanti. Un diritto alla portata di tutti, prima ancora che un elemento di forte aggregazione e un utile volano per favorire l’integrazione. “Queste persone rappresentano uno spaccato importante del mondo sportivo cittadino, che ha deciso di darmi ancora fiducia affidandomi speranze, idee e sogni per migliorare la città – ha commentato il sindaco Matteo Biffoni -. Molto è stato fatto, ma molto resta ancora da fare in questo settore, che è la base fondamentale per valori come l’aggregazione, l’inclusione, il rispetto delle regole. A partire da una rivitalizzazione dell’assessorato allo sport, con competenze trasversali rispetto al passato e in grado di porre attenzione ad ogni aspetto, dalle società alla manutenzione e alla gestione degli impianti. E’ importante il bagaglio di passione, di entusiasmo e di competenza che tutti questi candidati portano in dote”.

Lista già chiusa, con molte discipline ben rappresentate. In primis da Beatrice Becheri, direttore tecnico del Cgfs. Per gli sport acquatici la campionessa di pallanuoto Giuditta Galardi e il presidente del comitato regionale Fin, Roberto Bresci. Per il rugby Enrico Romei, direttore educativo del Gispi, assistente allenatore dei Cavalieri Union in serie A e Stefania Stefani, giocatrice della massima serie femminile con le Puma Rugby Bisenzio. Per il calcio Enrico Cammelli, vicepresidente della Zenith Audax, Pietro Riccio, presidente dello Jolo, Gabriele Zottoli, ex professionista e allenatore stimato in tutta la Toscana, Maurizio Crisanto, responsabile delle rappresentative giovanili Figc, Filippo Tasselli, dirigente del Chiesanuova, Francesco Logli, giocatore del Prato Nord, Massimo Masiani, consigliere regionale e provinciale dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio (Aiac) e Giuliano Distefano, ex membro di Orgoglio Pratese. Per l’atletica e il podismo Monia Carloni e Fulvia Ideale, la mamma di Edo, il ragazzo a cui rubarono il tandem speciale. Per il tennis Lorenzo Fedi, ex presidente (per 9 anni, fino al 2018) del Tennis Costa Azzurra. A rappresentare la Palla Grossa il maestro di campo Leonardo Moschi, ex arbitro Aia. Per la boxe Cristina Villoresi e Silvano Maccherini, presidente e dirigente della Pugilistica Pratese. E poi ancora le arti marziali, con il maestro di judo Filippo Cavaliere e la pallavolo, con l’allenatore Federico Fiaschi e il direttore generale del Volley Vaiano, Antonella Ciampi. Per la danza l’ex campione e ora direttore tecnico della scuola Eta Beta, Sergio Santini. Per il basket Marco Scarselli, presidente dell’associazione Street Basket Prato, e Leonardo Fabbri, presidente e fondatore del Progetto Pallacanestro Prato. Per la pallamano Franca Cacciato, vicina al mondo dell’Ambra di Poggio a Caiano. Per il ciclismo Elena Palmerini. Senza dimenticare una grande attenzione al sociale, alla salute e ai temi dell’inclusione, ben rappresentati da Andrea Cambi, vice presidente della onlus Special Team, Angela Castiello, ideatrice del progetto “Oltre lo Sport”, Martina Grasso, farmacista con passione per varie discipline sportive, Gabriele Grifasi, presidente del comitato “Io amo La Pietà”, e Serena Fogacci, tra gli organizzatori della tappa pratese del “Giro d’Italia Handbike”.

2 Commenti

  1. Vedere “alcuni” personaggi in lista e in foto con Biffoni che in questi anni ne hanno detto peste e corna mi fa veramente ribrezzo!

  2. Guardiamo al futuro dello sport a Prato, con persone lo hanno praticato ed insegnato da tanti anni.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*