Eva Betti e Mirko Lafranceschina lasciano Forza Italia: “Non capiamo se stia a destra o sinistra”

I due vice coordinatori provinciali di Forza Italia – Eva Betti e Mirko Lafranceschina – si sono dimessi: “Non capiamo più se Forza Italia sta a destra o a sinistra” affermano.
“Siamo entrati in Forza Italia per sostenere il centro-destra, non per ammiccare alla sinistra. Negli ultimi mesi non riusciamo a riconoscere i valori e le idee su cui su fonda da sempre Forza Italia. Non ci sentiamo più a casa in un luogo dove le idee sono confuse e dove non si capisce la differenza tra destra e sinistra. A queste condizioni non ha senso restare oltre”.
Con una nota congiunta i due vice-coordinatori di Forza Italia di Prato, Eva Betti, consigliere comunale uscente a Montemurlo e Mirko Lafranceschina, annunciano le loro dimissioni “irrevocabili” ed abbandonano il partito di Silvio Berlusconi.
“La nostra è stata una scelta sofferta, perché dopo tanti anni in un gruppo dove si è investito molto, è sempre difficile dire addio. Ma proprio perché siamo persone coerenti, a fronte di una persistente situazione di inerzia e confusione, non crediamo opportuno dover continuare con questo percorso. E’ palese la gestione fallimentare delle trattative delle imminenti elezioni amministrative portata avanti in tutta la provincia da Forza Italia. Non ci sono mai interessati i riconoscimenti, ma, piuttosto, il dialogo interno, il confronto, le condivisioni delle scelte politiche. Parole scomparse dall’agenda politica del partito nel quale a lungo abbiamo creduto e militato; tanto che noi, così come molti iscritti e soprattutto in questi ultimi tre mesi, non scorgiamo alcune delle motivazioni che ci avevano spinto ad aderire a Forza Italia. Sosterremo senza indugio alcuno, in coerenza con i nostri valori di centro-destra, i candidati del centro-destra in tutta la Provincia, da Prato a Montemurlo,saremo in prima linea per vincere Prato con Spada, ma lasciamo ad altri la conservazione della specie nei salotti buoni della politica” concludono i due ex vice-coordinatori.

2 Commenti

  1. Non è che lasciate il partito per motivi ideologici, ma semplicemente perché vi siete resi conto che non c’è piu’ trippa per gatti. Sarebbe piu’ dignitoso ammetterlo.

  2. Come sempre quando il gioco si fa duro gli opportunisti non mancano. Lo spazio in Forza Italia diminuisce, non problema, andiamo dove aumenta. Da tutte le parti succede, importante è che gli elettori, quando possono, esprimino il loro disprwzzo. Cosa è destra? L’attuale Governo nazionale? Chi ha lasciato il Centro Destra? Sicuramente Salvini. Sembrano contraddizioni. Sta di fatto che chi lascia Forza Italua perchè non è di destra si becca in altra destra assai piu becera, sovranista, anti europea , na soprattutto dispensatrice di odio. Poi non capisco. A Prato stanno insieme. Nelle ultime elezioni hanno votato insieme Giorgio Silli. Cosa cambia a Prato per questi transfughi se non una posizione dominante? Almeno così sembra. Certo a me che stò da altre parti mi interessa il giusto. Solo per sottolineare la pivertà di certi addetti alla politica.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*