Festa per i 167 anni della Polizia: cerimonia sulle note della pianista Giulia Mazzoni, nel ricordo dei terremotati dell’Aquila VIDEO

167esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato, all’insegna del motto “Esserci sempre”. Anche la questura di Prato ha celebrato l’importante traguardo, con una cerimonia nell’auditorium della Camera di Commercio, alla presenza delle autorità civili e militari e con gli auguri virtuali del prefetto Vittorio Rizzi e dell’attore e comico Giorgio Panariello.

Dopo la lettura dei messaggi del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Matteo Salvini e del capo della Polizia Franco Gabrielli, è stata la volta dell’intervento del questore Alessio Cesareo, che ha tracciato un bilancio dell’attività svolta nell’ultimo anno e dettato le linee guida per i prossimi mesi.

Tra i momenti più emozionanti della mattinata, la consegna di attestati e riconoscimenti agli agenti – uomini e donne – che si sono distinti in particolari operazioni e servizi sul territorio. Anche il Comune di Prato ha voluto esprimere il proprio sentito ringraziamento al signor Marcello Nieri che, nell’aprile 2018, è riuscito a sventare una rapina in strada ai danni di una cittadina straniera, consentendo alla Polizia di catturare uno dei due malviventi. La cerimonia è poi proseguita con la premiazione del concorso letterario riservato agli studenti pratesi, sul tema dell’immigrazione. Toccante, infine, l’esibizione al pianoforte dell’artista internazionale Giulia Mazzoni: il questore Cesareo ha voluto dedicare un pensiero ai poliziotti caduti in servizio e ai morti nel terremoto dell’Aquila del 2009.

La festa, trasmessa in diretta da Tv Prato, sarà riproposta stasera, in replica, alle 21.20.

Guarda la video-news:

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*