Prato in Comune presenta la lista e punta al consenso dei “delusi dal Pd”

Una lista di 24 candidati al consiglio comunale, di cui tre cittadini italiani di origine straniera, un ex magistrato, quattro operai. E’ quella presentata da Prato in Comune, esperienza che mette insieme Sinistra Italiana e la passione politica dei civici, in vista delle amministrative nel comune di Prato. Tra di loro anche l’insegnante in pensione che per anni ha militato nella Cgil Nora Toccafondi, nonché l’ex consigliere della Circoscrizione sud Nicola Verde. Sonia Lassoud è napoletana di nascita, con metà sangue tunisino e adottata da Prato da 20 anni; Carlos Garrido arriva dall’Ecuador ed è residente a Prato dal 1998; Gabriela Radu afferma di portare la voce della comunità rumena. “Se è vero, come dicono i sociologi, che solo il 12% dei pratesi è pratese figlio di pratesi, la nostra lista di 12 uomini e 12 donne possiamo dire che rispecchi questa articolata realtà cittadina”, ha dichiarato il candidato a sindaco di Prato in Comune Mirco Rocchi.
“Siamo noi la vera sinistra a Prato”, ha dichiarato Rocchi, che ha preso subito le distanze dal Partito democratico, tacciato di avere una “visione liberista” della società che non corrisponde alle idee tipiche della sinistra di difesa dei lavoratori e dei più deboli. Prato in Comune punta, così, nelle parole e nei progetti di chi vi ha aderito, a raccogliere i consensi dei delusi del Pd: “Molti di noi in passato sono stati elettori del Pd – afferma ancora Rocchi -, poi ne abbiamo preso le distanze. Sappiamo che calo abbia subito il Partito democratico negli ultimi anni e lo sguardo dell’elettorato è molto critico nei confronti della fase recente della segreteria di Renzi. Adesso c’è un nuovo segretario, Zingaretti, ma molti non si sentono ancora rappresentati e non vedono un reale cambiamento nel Pd”. Per i candidati di Prato in Comune uno dei simboli della “politica liberista” in città è il Nuovo Ospedale Santo Stefano: “Liberismo è aver costruito un ospedale con il project financing, che lascia ampio spazio ai privati. Il parcheggio dell’ospedale a pagamento è uno dei risultati”.

Ecco la lista completa dei candidati al consiglio di Prato in Comune:

Bruno Varriale, ex magistrato

Sonia Lassouad, volontaria del Centro di scienze naturali

Chiara Lustrini, insegnante

Silvia Becherini, bibliotecaria

Giovanni Olandese, ex dipendente Ferrovie dello Stato

Carlos Garrido, operaio

Nora Toccafondi, ex insegnante

Chiara santi, architetto

Gabriela Radu, operaia

Massimo Belardi, informatico

Alessandro Balzani, ex dipendente Asl

Stefano Gruni, project manager tecnologie elettroniche

Nicola Verde, dipendente Ferrovie dello Stato

Riccardo Galardini, ingegnere informatico

Davide Gucci, insegnante

Gabriele Pierattini, studente

Margherita Longo, collaboratrice ong

Enrico Solito, pediatra

Sabrina Lombardi, insegnante

Nada Fabbrizzi, insegnante

Elvira Liscia, presidente circolo Arci San Giusto

Elda Baldacci, operaia

Laura Nesi, operaia

Samuele Garritano, ingegnere

 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*