Preso d’assalto lo scaffale “Non leggermi” alla Biblioteca Lazzerini: andati a ruba con una settimana di anticipo i testi censurati o osteggiati nel corso della storia FOTO

Guanto della sfida raccolto dagli utenti della Biblioteca Lazzerini. Lo scaffale “ Non leggermi” dedicato a tutti quei libri che, in vari momenti storici e in diverse parti del mondo, sono passati sotto la scure della censura oppure osteggiati per i loro contenuti, è stato letteralmente saccheggiato.

L’obiettivo era svuotarlo entro il 23 aprile, per festeggiare insieme al pubblico la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. Ma l’iniziativa ha ottenuto così tanti consensi nel giro di pochissimo tempo, che i titoli sono andati a ruba addirittura con una settimana di anticipo. Un’accoglienza entusiasta non solo sulla pagina Facebook della Lazzerini, ma con una risonanza persino a livello nazionale, poiché “Non leggermi” ha ricevuto una segnalazione speciale tra tutte le iniziative della penisola dal “Maggio dei libri”, la campagna di promozione della lettura del Centro per il Libro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Così sullo scaffale allestito fino a qualche giorno fa nella Hall d’ingresso con più di 50 titoli, con la copertina rivestita completamente di nero poiché soltanto sfogliando le prime pagine era possibile scoprire il titolo e il “perché” della censura, ora campeggia il cartello “ Lo scaffale dei libri osteggiati e censurati è vuoto! Grazie a tutti per aver festeggiato con noi la Giornata mondiale del libro”.

Intanto per far fronte a tutte le richieste, la Lazzerini ha pubblicato una lista completa dei titoli con il motivo della censura di ciascuno, insieme alla bibliografia speciale di “Un mese da leggere” disponibile online e da scaricare sul sito www.bibliotecalazzerini.prato.it.

I libri già in prestito potranno essere comunque prenotati oppure è possibile richiedere eventualmente le doppie copie presenti nel deposito della Lazzerini.

E a proposito del 23 aprile, la Biblioteca riaprirà regolarmente martedì alle 9 dopo la chiusura di domenica 21 e lunedì 22 aprile per Pasqua e Pasquetta. Sabato 20 aprile invece chiuderà alle 14 , anziché alle 20. Resterà chiusa poi giovedì 25 aprile per la Festa della Liberazione e mercoledì 1 maggio per la Festa del lavoro.

Anche le Biblioteche Nord e Ovest resteranno chiuse per le festività del 21, 22 e 25 aprile, e del 1° maggio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*