Reddito di cittadinanza, arrivano i primi accoglimenti ma è obbligatorio presentare la dichiarazione di immediata disponibilità

Chi ha presentato domanda per il reddito di cittadinanza e ha ricevuto dall’Inps la risposta di accoglimento ha trenta giorni di tempo per presentare la dichiarazione di immediata disponibilità. Lo ricorda la Cgil di Prato che invita i beneficiari a non dimenticare di questo adempimento obbligatorio ai fini della riscossione, che può essere fatto anche presso gli sportelli del patronato. Gli intermediari (come i Caaf) che hanno aiutato i richiedenti nella presentazione della domanda non ricevono nessuna  comunicazione. Soltanto chi ha chiesto il reddito di cittadinanza riceve la comunicazione di accoglimento; a quel punto deve presentare entro 30 giorni la Dichiarazione di immediata disponibilità (DID) presso i Centri per l’Impiego o presso i patronati convenzionati, fra cui l’Inca Cgil.
I soggetti obbligati alla presentazione sono tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare destinatario della misura, con esclusione dei soggetti che hanno compiuto i 65 anni di età.
Occorre, in sostanza, sottoscrivere un Patto per il Lavoro e i relativi impegni: registrarsi sulla piattaforma dedicata e consultarla quotidianamente, svolgere ricerca attiva di lavoro, partecipare a progetti, corsi di formazione o riqualificazione professionale, sostenere i colloqui, accettare almeno una delle tre offerte di lavoro “congrue” (la terza può essere distante oltre 250 km dalla residenza), oppure sottoscrivere un Patto per l’Inclusione Sociale e i relativi percorsi e progetti personalizzati di inclusione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*