Uso del cellulare alla guida e biciclette trasformate in motorini: la Municipale eleva multe per quasi 10mila euro in 4 ore

In sole quattro ore hanno elevato verbali per quasi 10mila euro, emesso un provvedimento di Daspo urbano e denunciato un cittadino cinese per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. E’ l’esito dei controlli mirati effettuati nel pomeriggio di lunedì da due pattuglie del Reparto territoriale della Polizia Municipale di Prato.

La prima pattuglia, in borghese, ha concentrato la propria attività sul controllo degli automobilisti che facevano uso del cellulare durante la guida. Sei conducenti sono stati multati e gli sono stati decurtati 5 punti dalla patente. Fra i veicoli fermati, due conducenti non indossavano inoltre le cinture di sicurezza ed un veicolo non aveva effettuato la prevista revisione periodica.

Gli agenti, durante i controlli, hanno anche notato un soggetto che bivaccava all’interno dei giardini di via Rai, occupando le panchine e limitando, di fatto, il libero godimento del giardino. Il soggetto è stato, pertanto, identificato e nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento di Daspo urbano.

La seconda pattuglia ha invece eseguito un controllo mirato in zona Macrolotto sui veicoli che in apparenza sembrano biciclette a pedalata assistita, ma che sono ciclomotori a tutti gli effetti. Sono state due le biciclette individuate dalla pattuglia con le caratteristiche tecniche dei ciclomotori. I conducenti, entrambi cittadini cinesi, sono stati sanzionati pesantemente: 868 euro per la mancata copertura assicurativa e sequestro del mezzo per la successiva confisca; 431 euro per la mancata immatricolazione del veicolo e 83 euro per il mancato uso del casco. Inoltre, entrambi i conducenti, essendo sprovvisti della patente di guida, sono stati sanzionati per ulteriori 5.110 euro.

Durante il controllo del secondo veicolo, gli agenti hanno anche notato che, da sotto la sella della bicicletta, sporgeva l’impugnatura di una spranga di ferro inserita all’interno del telaio che, estratta, è risultata avere una lunghezza di 70 cm. Il conducente è stato, quindi, denunciato all’autorità giudiziaria per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

I controlli continueranno anche nelle prossime settimane, sia per le biciclette trasformate in ciclomotori sia nei confronti di chi fa uso del cellulare durante la guida.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*