Candidati al consiglio di origine straniera: “Il nostro valore aggiunto è il multiculturalismo” VIDEO

Cittadini italiani di origine straniera e cittadini comunitari. A rappresentare i pratesi nelle istituzioni comunali potrebbero esserci anche consiglieri che non possono vantare un trisavolo nato in piazza Mercatale, ma che si sentono comunque parte di questa città avendoci vissuto molti anni o, addirittura, essendoci nati e cresciuti. Tra loro Sonia Lassouad, candidata nella lista di sinistra di Prato in Comune, napoletana di nascita con metà sangue tunisino per parte di padre. E’ nata in Italia, ma il cognome non cela le origini, che parlano di un’altra cultura e di altre tradizioni (anche se ammette con dispiacere di non conoscere nemmeno una parola di arabo).

 

 

Perché anche un semplice cognome non diventi un ostacolo, per Sonia mancano in città luoghi di aggregazione. Per Lorenzo Zeijnati, originario dell’Albania e candidato con Demos-Democrazia Solidale che vanta in lista ben cinque cittadini di origine straniera, sono necessari percorsi di educazione al multiculturalismo direttamente nelle scuole:

 

 

Claudiu Stanasel, nato in Romania 25 anni fa, si candida per il consiglio con la Lega di Salvini da cittadino comunitario. Ha cominciato il suo impegno politico con Forza Italia, per poi passare alla Lega, “l’unica forza capace di dare risposte concrete e immediate ai pratesi”, come spiega lui stesso:

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*