“Forse è solo mal di mare”, il film tutto pratese sbarca nelle sale italiane. Stasera il red carpet del cast all’Omnia Center FOTO

Questa mattina, presso il Museo Pecci di Prato, la Cibbè Film, neonata casa produttrice pratese, ha presentato il suo primo lungometraggio “Forse è Solo Mal Di Mare”, diretto dalla giovane regista, Simona De Simone e in uscita nelle sale italiane a partire dal 23 maggio. Il produttore esecutivo, Riccardo Matteini Bresci e gli altri produttori Alessandro Aiazzi, Stefano Betti, Roberto Gualtieri e Alessia Matteini Bresci hanno raccontato il progetto filmico insieme alla regista e al cast artistico. “Forse è Solo Mal Di Mare” è stato presentato anche nei giorni scorsi all’interno del Market del Festival di Cannes dal sales agent Blue Penguin Film. Alla conferenza di Cannes è stata annunciata, inoltre, la partecipazione del film in concorso alla 23° edizione del Terra di Siena International Film Festival.
Questa sera, invece, appuntamento, a partire dalle ore 19.30, presso il Cinema Omnia Center, con il red carpet su cui sfileranno Francesco Ciampi, Beatrice Ripa, Annamaria Malipiero, Orfeo Orlando, Patrizia Schiavone, Maria Grazia Cucinotta, Barbara Enrichi e gli Street Clerks.
Il film, nato da un’idea di Matteo Querci e scritto da Tommaso Santi, è ambientato nella suggestiva isola di Linosa, in Sicilia e vede la partecipazione di attori di eccellenza come Maria Grazia Cucinotta, Paolo Bonacelli, Barbara Enrichi, Annamaria Malipiero, Orfeo Orlando, Patrizia Schiavone, Cristian Stelluti, Francesco Ciampi, Beatrice Ripa, Antonello Puglisi, Giuseppe Balistreri e la partecipazione degli Street Clerks nel ruolo di se stessi. La produzione del film ha lavorato, per l’organizzazione generale e i casting, negli spazi messi a disposizione dalle Manifatture Digitali Cinema Prato.
“Forse è Solo Mal Di Mare” è un progetto lungo dieci anni, lungo quasi un amore, quello tra l’ideatore del film, Matteo Querci e l’isola, una realtà unica in Italia in cui arrivare o da cui partire dipende tutto dalla bontà del mare. Un innamoramento che si percepisce durante i 93 minuti e che racconta la storia di un progetto che vuole essere, con toni delicati, leggeri e a volte comici, una sorta di momento di formazione e di crescita durante il conflitto personale e familiare, alla fine del quale, la scelta fatta con il cuore sarà sempre quella più giusta.

SINOSSI
Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant’anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall’isola. Anita ha diciassette anni, è la figlia di Francesco e di Claudia, vive la sua vita con i compagni del liceo scientifico coltivando il sogno di diventare pianista. Francesco e Anita non possono fare a meno l’uno dell’altra ma le cose cominciano a cambiare quando la ragazza fa richiesta di iscrizione al conservatorio di Lugano e con l’arrivo della nuova insegnante, Laura. Le vicende personali del padre e della figlia si intrecciano nell’attesa di una risposta che potrebbe cambiare le loro esistenze, tra riflessioni e ferite personali, sorprese e colpi di scena. Sullo sfondo una Linosa quasi deserta, fotografata in una stagione non turistica, animata dal mare a volte calmo e a volte mosso come gli animi dei pittoreschi abitanti occupati nelle loro esilaranti routine, con le loro indelicate attenzioni ma sempre pronti all’accoglienza.

CIBBÈ FILM (produzione)

Cibbè Film nasce dalla passione per il cinema di alcuni imprenditori tessili pratesi, Alessandro Aiazzi, Stefano Betti, Alessia Matteini Bresci e Roberto Gualtieri. Cibbè Film rappresenta, a tutti gli effetti, un esempio della storica capacità imprenditoriale tessile pratese di aprirsi ad altri settori, in una città che si modifica con incredibile velocità puntando tutto sulla qualità e sullo sviluppo economico e professionale del territorio locale e nazionale.

SIMONA DE SIMONE (regista)
Simona De Simone, in arte Nuanda Sheridan, nasce a Nardò, in provincia di Lecce, nel 1985. Studia regia e recitazione teatrale per poi formarsi in regia cinematografica. Inizia a lavorare sui set come aiuto regia, prima di scrivere e dirigere il cortometraggio “Satyagraha”, risultato del suo percorso artistico e spirituale, premiato in Italia e all’estero ed esposto nel Museo d’Arte Verbeke in Belgio. Successivamente le viene affidata la regia del suo primo lungometraggio “Forse è Solo Mal Di Mare”, film per il grande schermo prodotto da Cibbè Film. Attualmente è coinvolta come aiuto regia per la serie La Effe “Fuoco Sacro” e porta avanti la scrittura del suo prossimo film dal titolo provvisorio “Secondo Isaia”.

MATTEO QUERCI (da un’idea di)
Regista pratese, comincia il suo percorso firmando video corporate per alcune tra le più prestigiose multinazionali come Nestlè, General Electric, Tetrapak, Korber e altre aziende di spicco nazionali ed estere, prima di impegnarsi in ambiziose produzioni cinematografiche. Realizza il corto “La Vita è tutto”, finalista ai David di Donatello 2012, “Boulevard des Italiens”, selezionato al Festival di Cannes e ai David di Donatello 2015. “Forse è Solo Mal Di Mare” è il suo primo progetto di lungometraggio.

Foto di Alessandro Fioretti 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*