Presto torneranno a splendere gli affreschi di Giotto in Santa Croce: il restauro affidato all’Opificio delle Pietre Dure

Durerà tre anni il restauro della Cappella Bardi in Santa Croce a Firenze. A 70 anni dall’ultimo intervento si tornerà ad operare sul ciclo delle Storie di San Francesco, una delle ultime opere di Giotto.
L’impegno economico è di circa 1 milione di euro e vede coinvolti Opera di Santa Croce, il Ministero per i beni e le attività culturali, oltre al sostegno di Fondazione Cr Firenze e dell’Associazione per il restauro del patrimonio artistico italiano. Ad eseguire il restauro sarà l’Opificio delle Pietre Dure. Gli affreschi di Giotto hanno avuto una storia travagliata e nel 1730 vennero addirittura coperti con un’imbiancatura a calce probabilmente perché le sue pitture non erano più in sintonia con il gusto del tempo. Solo tra il 1850 e il 1851 – durante i lavori di risistemazione complessiva della cappella – furono riportati alla luce gli importanti affreschi che rischiavano di andare distrutti per sempre.
L’analisi dello stato di conservazione ha messo in evidenza criticità che riguardano sia l’intonaco che la pellicola pittorica. Dopo una prima campagna diagnostica il restauro procederà per fasi, con il consolidamento degli intonaci, la pulitura e l’adeguamento delle lacune.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*