Zingaretti al Lanificio Bellucci: “Difendiamo Prato da chi sta già distruggendo l’Italia” FOTO e VIDEO

“Difendiamo Prato da chi ci vuole mettere le mani sopra e sta già distruggendo l’Italia”. E’ il messaggio che il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti ha voluto lanciare dal Lanificio Bellucci, dove è venuto in visita per sostenere il candidato a sindaco del centrosinistra Matteo Biffoni. Un breve giro dentro l’azienda, accompagnato dai titolari (che assicurano di aprire le porte del lanificio a tutti i candidati: nei prossimi giorni sono attesi Garnier e Spada) e poi un lungo discorso su un palco formato da pancali in legno. Presenti il segretario provinciale Gabriele Bosi e la segretaria regionale del Pd Simona Bonafè, oltre ai due consiglieri regionali Ilaria Bugetti e Nicola Ciolini.

 

 

“E’ tempo di combattere, per Matteo e per questa amministrazione”: Zingaretti lo ripete spesse dal palco e si rivolge a chi sta facendo campagna elettorale per il centrosinistra: “Guardate negli occhi le persone con cui parlate, soprattutto chi sappiamo che non ci ha votato più”. E ancora un invito a dare continuità all’amminstrazione uscente: “Non è un voto da poco quello delle comunali – ha detto Zingaretti -. Quando c’è un problema, la prima cosa che si fa è rivolgersi alla famiglia. Io mi rivolgo a mio padre e mia madre, non dico a mio fratello perché altrimenti diventa questa la notizia. Ma dopo la famiglia arriva il Comune, la dimensione pubblica”. Non sono mancate le stoccate al governo Conte, ma anche ai due vicepremier (“Ci hanno raccontato che la crescita doveva essere dell’1,4%, poi è diventata dell’1% e invece sappiamo che forse sarà dello 0,1%”, ha detto il segretario del Pd).

 

Ascolta l’intervista a Nicola Zingaretti e alcuni frammenti del suo discorso 

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*