Il mondo della cultura piange la scomparsa di Rodolfo Betti: è morto a 87 anni il motore delle Riviste del Buzzi VIDEO

Il mondo della cultura piange la scomparsa di Rodolfo Betti. Figura di riferimento nel panorama culturale pratese, Betti aveva 87 anni. Autore di opere teatrali, sceneggiatore, autore di testi e canzoni, Betti è stato per tanti anni il motore delle Riviste del Buzzi. Cominciò come attore, negli anni ’50, per poi diventare scrittore e sceneggiatore degli spettacoli. Personaggio poliedrico e grande conoscitore di Prato, Rodolfo Betti se ne va lasciando un forte ricordo nelle decine di ragazzi che hanno calcato le scene nel corso degli anni. La salma è esposta nelle cappelle della Misericordia in via Convenevole. I funerali si terranno mercoledì 12 giugno, alle 10.30, nella chiesa della Sacra Famiglia. Il servizio funebre è curato dalla Misericordia.

Il sindaco Matteo Biffoni esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Betti. “Rodolfo Betti ha raccontato con lucida intelligenza pregi e difetti dei pratesi, portando nei suoi spettacoli le caratteristiche tipiche dell’industria tessile e della nostra città. E’ stato un vero appassionato di Prato, amava la sua città e ne raccontava tutti gli aspetti con arguzia e ironia, mettendo in evidenza la sua grandezza e anche le trasformazioni più recenti dal punto di vista sociale ed economico. Le sue opere restano senza tempo, i pratesi lo ameranno e lo ricorderanno sempre attraverso le sue parole” afferma Biffoni.

Di seguito, una breve intervista realizzata a Rodolfo Betti, ospite dei Thè di Toscana Oggi.

Di seguito Betti ospite di una puntata del format di Tv Prato, “Un caffè con Duccio”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*