Coronavirus, la Regione comunica il decesso di una donna di 94 anni. In Toscana i nuovi casi sono 290

Arriva la comunicazione di un ulteriore decesso legato al coronavirus dal consueto bollettino della Regione Toscana. Dopo la morte di un uomo di 86 anni annunciata dal Comune di Cantagallo (leggi l’articolo), adesso arriva la comunicazione della Regione che ufficializza il decesso di un’anziana di 94 anni di Prato, che era tra gli ospiti della RSA di Comeana. Le morti nella nostra provincia quindi salgono a quattordici dall’inizio dell’emergenza sanitaria.
Per quanto riguarda i nuovi casi di tampone positivo, la Regione ne riporta 27. Attenzione però: in questo dato ci sono anche persone ricoverate a Prato ma non residenti in provincia. Per avere un dato più affidabile si dovrà attendere il bollettino dell’Asl che di solito arriva dopo le 20. Stando alle statistiche della Regione i casi in provincia di Prato salgono così a 248. In questo conteggio comunque rimaniamo la provincia meno contagiata della Toscana.
Sul fronte regionale i nuovi casi sono 290, quindici in meno rispetto a ieri. I nuovi decessi sono 16, tutti fra i 57 e i 97 anni. Salgono dunque a 4.412 i contagiati dall’inizio dell’emergenza. 33 sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”), 98 le guarigioni cliniche e 231 i decessi. I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 4.050.
Per quanto riguarda i ricoveri, ad oggi sono in totale 1.395, di cui 279 in terapia intensiva. Anche oggi, da sottolineare il contenuto aumento dei ricoveri, ancora più basso rispetto a quello di ieri: + 9 (ieri l’aumento era stato di +16 rispetto al giorno precedente). Nelle terapie intensive si registra un + 4 rispetto ai 275 di ieri.

Questi i numeri che fotografano la situazione toscana a lunedì 30 marzo.

Di 4.412 tamponi fino ad oggi risultati positivi al test, questa è la suddivisione per provincia di segnalazione, che non sempre corrisponde necessariamente a quella di residenza: 1.022 Firenze, 324 Pistoia, 248 Prato (totale Asl centro: 1.594), 711 Lucca, 543 Massa-Carrara, 446 Pisa, 271 Livorno (totale Asl nord ovest: 1.971), 251 Grosseto, 286 Siena, 310 Arezzo (totale sud est: 847).
Dal 1° febbraio ad oggi nei laboratori toscani sono stati effettuati in tutto 30.099 tamponi, su 26.495 persone (in alcuni casi sono stati effettuati più test per lo stesso paziente). Solo nelle ultime 24 ore, sono stati fatti 2.520 tamponi. Questo aumento si deve al fatto che il numero di laboratori impegnati nel processare i tamponi è ancora salito. Attualmente i laboratori sono 13: ai tre laboratori di microbiologia e virologia delle tre aziende ospedaliero universitarie di Careggi, Pisa e Siena, in funzione dall’inizio di febbraio, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti infatti altri 10: Ispro (Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica), i laboratori di Arezzo e Grosseto (Asl sud est), Livorno, Lucca e 2 a Massa (Asl nord ovest), Prato (Asl centro), Meyer, più un laboratorio privato.
Dal monitoraggio giornaliero sono invece 13.288 le persone in isolamento domiciliare in tutta la Toscana: 6.406 nella Asl centro, 5.395 nella Asl nord ovest, 1.487 nella Asl sud est.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*