I pratesi raccolgono quattro tonnellate di generi alimentari da donare alle famiglie in difficoltà

Raccolta alimentare del 1° maggio all’insegna del tricolore italiano. L’iniziativa in una settimana ha visto la raccolta di oltre 4 tonnellate di generi alimentari donate dai pratesi che adesso verranno distribuiti alle famiglie in difficoltà grazie ai volontari dell’associazione Ghost 4×4. L’idea è nata sui social e grazie al passaparola ha raggiunto un obiettivo ben superiore alle aspettative. Ad aderire imprenditori, ristoratori pratesi e cittadini comuni.
Presenti all’iniziativa il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra, il capogruppo di Fdi Claudio Belgiorno e il vicesindaco Luigi Biancalani. “Questa è la dimostrazione di quanto sia grande il cuore dei pratesi – dice La Pietra – E’ la dimostrazione di come la solidarietà non ha colore politico. Grazie a tutti i volontari che si sono impegnati per questa iniziativa”. “La mia presenza è per dire grazie a questa iniziativa – dice Biancalani – Ringrazio tutti i volontari, Belgiorno e i pratesi che hanno donato. Questi aiuti sono fondamentali per la nostra comunità, per quelle famiglie in difficoltà. Già l’amministrazione comunale con i servizi sociali sta aiutando tante famiglie del territorio”.

Le donazioni sono arrivate da campioni come Francesco Di Fiore, ex Campione Italiano o da persone comuni come la signora Carla classe 1950, che insieme ai condomini di via Caboto, ha calato il cestino pieno di pasta e passata di pomodoro direttamente dal suo terrazzo. A contribuire anche la parrocchia di San Giusto e don Helmut Szeliga che ha messo a disposizione gli spazi per la raccolta.

Gli alimenti raccolti entro il weekend saranno suddivisi e consegnati alla Onlus Stremao, alla raccolta alimentare dei Giannini di Iolo e a gran parte delle parrocchie del territorio pratese. Si potrà continuare a donare anche nei prossimi giorni. Per fissare la consegna questi sono i recapiti: Claudio 348.9106873, Carlo 339.5086543, Luca 345.7827998, Alessandro 338.7013295.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*