I sacerdoti concelebrano la messa crismale e i laici insieme per Pentecoste. Doppio appuntamento in cattedrale

Sabato ricco di appuntamenti in Diocesi con due celebrazioni importanti che si terranno in cattedrale. Al mattino i sacerdoti pratesi si ritroveranno in duomo per concelebrare la solenne messa crismale, mentre nel pomeriggio i laici impegnati nell’associazionismo cattolico vivranno insieme il tradizionale incontro in occasione della Pentecoste.
Ecco come si svolgono i due momenti, entrambi presieduti dal vescovo Giovanni Nerbini.

Messa crismale. Sabato 30 maggio alle 10 in cattedrale il clero diocesano «recupera» la solenne messa crismale saltata a causa dell’emergenza sanitaria. Si tratta di un appuntamento molto importante dell’anno liturgico, nel quale si rinnovano le promesse sacerdotali e si consacrano gli olii santi (il crisma – usato nel battesimo, cresima e nel sacramento dell’Ordine –, l’olio dei catecumeni e l’olio degli infermi). Solitamente la Chiesa pratese vive questo momento la mattina del giovedì santo ma in quel periodo le messe erano sospese e dunque la celebrazione era stata rinviata. Sarà la prima messa del crisma presieduta dal vescovo Giovanni Nerbini da quando è vescovo di Prato.

 

 

Messa di Pentecoste. Nel pomeriggio, alle 18, le aggregazioni laicali – gruppi, movimenti e associazioni del mondo cattolico – si riuniscono in cattedrale per il tradizionale incontro comunitario in occasione della Pentecoste, festa nella quale la Chiesa ricorda la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli apostoli. Questa solennità rappresenta l’atto di nascita del cammino missionario dei cristiani.
L’organizzazione di questo momento è stata in forse ma adesso che è tornata la possibilità di celebrare con il popolo, l’iniziativa è stata confermata dalla Consulta per le aggregazioni laicali in accordo con il vescovo Giovanni, che presiede la messa prefestiva.
In preparazione a questo momento la Consulta ha proposto un tema di riflessione ai movimenti, gruppi e associazioni, ha curato alcuni aspetti liturgici della messa e offerto i fiori e le sette candele rosse poste sull’altare, simbolo dei doni dello Spirito Santo.

Le due celebrazioni sono aperte alla partecipazione dei fedeli nel rispetto delle norme sulla sicurezza previste dal protocollo Cei-Governo. Le telecamere di Tv Prato trasmetteranno in diretta i due appuntamenti sul canale 74 del digitale terrestre e in streaming su questo sito.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*