Musei aperti dopo 70 giorni di stop: si potranno visitare gratuitamente fino al 3 giugno

Dopo 70 giorni di chiusura – 70 giorni durante i quali i musei hanno dovuto integralmente, o quasi, ripensare la programmazione del 2020 e anche del 2021 – tornano le collezioni e tornano anche le mostre temporanee. E tutti e sei i musei cittadini saranno gratuiti, per tutti, collezione e mostre temporanee, fino al 3 giugno 2020.

Il primo sarà Palazzo Pretorio. La mostra Dopo Caravaggio è stata prorogata e sarà visitabile. Il Pretorio apre lunedì 18 maggio e seguirà l’orario consueto: da lunedì alla domenica orario 10.30/18.30 giorno di chiusura martedì.

Ma il 18 riapre anche il Museo della Deportazione e della Resistenza di Figline, nei giorni di lunedì, giovedì e venerdì dalle 15 alle 18.30; sabato e domenica dalle 15 alle 19. Un viaggio dentro la memoria italiana, pratese ed europea.

Martedì 19 sarà la volta del Museo del Tessuto e del Museo di Scienze Planetarie. Il Museo del Tessuto ha prorogato la meravigliosa mostra sui costumi del Pinocchio di Matteo Garrone, visitabile unitamente alla collezione permanente il martedì, il mercoledi e il giovedi: 16-20 e venerdi sabato e domenica: 10-20 (giorno di chiusura il lunedì). Il Museo di Scienze Planetarie sarà aperto dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13.

Giovedì 21 riapriranno il Centro Pecci e il Museo dell’Opera del Duomo. Presso il Centro Pecci sarà possibile visitare, dal giovedì alla domenica dalle 12 alle 20, la grande mostra The Missing Planet. Visioni e revisioni dei ‘tempi sovietici’ e l’esposizione del fotografo ivoriano Mohamed Keita KENE/Spazio.

Il Museo dell’Opera del Duomo riaprirà giovedì 21 maggio con orario lunedì mercoledì giovedì e venerdì: 16-20. Sab-dom: 15-20.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*