Salta la gita e gli studenti del Marconi decidono di donare i soldi raccolti all’Emporio della Solidarietà

Ottocentocinquanta euro. È la cifra che gli studenti della quinta B dell’Istituto Marconi hanno donato all’Emporio della Solidarietà di Prato. Una donazione speciale, frutto di un progetto altrettanto unico. Tutto è nato dalla volontà degli studenti di raccogliere fondi per aiutare economicamente i compagni di classe che avrebbero avuto difficoltà ad andare in gita scolastica. «A seguito dell’emergenza sanitaria i viaggi di istruzione sono stati però sospesi – hanno raccontato gli studenti Tommaso, Cristian e Gregorio – allora insieme ai nostri compagni abbiamo deciso di devolvere questi fondi all’Emporio».

Così gli studenti del Marconi, accompagnati dai docenti, si sono recati nei locali dell’Emporio in via del Seminario per consegnare la cifra raccolta nella mani della direttrice della Caritas diocesana Idalia Venco. Su invito dei ragazzi, all’iniziativa era presente il vescovo Giovanni Nerbini. «Questo gesto deve essere considerato come un esempio per tutti noi adulti – ha commentato il Vescovo – affinché non venga mai a mancare quella solidarietà che costruisce sempre, al di là delle leggi, una società stabile e sicura». La direttrice Venco ha ringraziato i giovani per questo «contributo importante che ci consentirà di acquistare e mettere in scaffale prodotti che generalmente non vengono donati. Grazie anche a nome delle famiglie che potranno reperire questi prodotti».

 

 

Come sono stati raccolti i fondi. Il progetto è partito, per volontà degli studenti, lo scorso anno. Per l’occasione gli alunni avevano fatto alcuni lavori interni alla scuola, quali imbiancatura e realizzazione di una parete di cartongesso. L’istituto ha così riconosciuto un contributo agli studenti per questi interventi, somma che ha permesso anche a chi non aveva la disponibilità di andare in gita scolastica. Quest’anno i ragazzi invece si sono reinventati pizzaioli e hanno organizzato una cena benefica nei locali della parrocchia di San Bartolomeo gentilmente concessi dal parroco don Marco Natali.

«Hanno fatto la spesa, hanno cucinato, apparecchiato, servito ai tavoli, pulito» ha spiegato uno dei docenti, Tommaso Tasselli, che insieme agli altri professori Tommaso Rossi e Giacomo Barinasi hanno supportato gli studenti in questo percorso -. Durante la serata sono stati appunto raccolti 850 euro, cifra che gli studenti volevano destinare a sostegno delle spese scolastiche dei compagni che avrebbero altrimenti avuto difficoltà ad andare in gita. Non facendo più il viaggio, sono stati i ragazzi stessi a decidere di donare l’intero importo a sostegno dell’Emporio. Un bellissimo gesto nato dalla spontaneità dei ragazzi».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*