Bando affitto Covid-19, pubblicata la graduatoria definitiva: accolte 606 domande

E’ stata pubblicata stasera sul sito web del Comune di Prato la graduatoria definitiva del Contributo Straordinario Affitto Covid 19, dopo il riesame dei ricorsi presentati in seguito alla graduatoria provvisoria.

Sono 606 le domande accolte e finanziate con 246.000 euro, resi disponibili dal fondo per la morosità incolpevole (fondo statale, erogato tramite la Regione Toscana) e ulteriori 250.000 euro del Bilancio del Comune di Prato per l’aiuto alle famiglie in difficoltà con il pagamento del canone di affitto in seguito all’emergenza Covid 19.

Il  Comune di Prato sta reperendo ulteriori risorse per poter scorrere ancora la graduatoria, in modo da aumentare le domande ammesse al contributo. A breve inoltre, probabilmente nel mese di luglio, sarà pubblicato il nuovo bando per il contributo affitto ordinario. Le nuove graduatorie risentono dei ricorsi presentati, che sono stati in tutto 108. Di questi,  21 sono stati accolti mentre 87 domande sono state confermate nella graduatoria iniziale. Le motivazioni dei ricorsi sono state diverse: molti hanno fatto presente di avere un ISE 2020 con valori “migliori” ai fini della partecipazione al bando, ma la delibera regionale di riferimento, ricordiamo,  prevedeva di indicare il valore ISE 2019 e solo in sua assenza poteva essere inserito il valore ISE 2020. Inoltre in alcuni casi sono state indicate composizioni di nuclei anagrafici difformi rispetto al momento della presentazione ISEE, ma la maggior parte dei casi ha riguardato la dichiarazione di essere o meno proprietari di altre case. In alcuni casi, infatti, era possibile accedere al contributo, se si dimostrava la proprietà di immobili, anche in quota, ma non disponibili o accessibili (poiché distanti oltre 50 km da Prato, o assegnati ad altri comproprietari), ma se non erano presenti tali impedimenti, la proprietà di un immobile comportava l’esclusione dal beneficio.

Il Servizio Sociale del Comune ha controllato tutte le 1989 domande presentate, incrociando i dati con anagrafe, catasto, INPS.

Cosa accade adesso? Coloro che risultano nella graduatoria delle domande ammesse e finanziabili saranno a breve contattati dal Comune di Prato per integrare la pratica e poter ricevere il contributo. Non occorre telefonare, o scrivere al Comune, ciascun ammesso sarà contattato tramite email o per telefono per prendere appuntamento entro i prossimi 15 giorni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*