Già nel mirino dei vandali l’esposizione di Farinelli al cimitero di Chiesanuova: era stata inaugurata sabato FOTO

Inaugurata sabato mattina, l’esposizione di Riccardo Farinelli al cimitero di Chiesanuova è già finita nel mirino dei vandali. In particolare è stata danneggiata una delle quattro installazioni, quella intitolata “Si vis apparet”: alcune lastre di plexiglas dipinte a mano sono state staccate dai fili di pesca che le tenevano appese alle soglie in legno e sono rovinate a terra.

 

 

A scoprire, con amarezza, l’atto vandalico è stato lo stesso artista Riccardo Farinelli domenica mattina. “Mi ero recato al cimitero per mostrare le installazioni ad alcuni amici e ho visto che la soglia in legno si trovava a terra, cosa che mi ha fatto capire che erano passati i vandali perché la soglia era stata fissata con dei picchetti, che qualcuno ha staccato”, racconta Farinelli. “Dall’idea che mi sono fatto, essendo l’installazione vicina al muro di cinta esterno del cimitero, qualcuno nella notte tra sabato e domenica, per entrare dentro il camposanto, è capitombolato dal muro proprio sulla mia opera, rimanendo impigliato nei vari fili da pesca, per poi scagliarsi con rabbia verso la soglia. Ma è solo un’idea”, aggiunge l’artista, che ha deciso di non restaurare l’opera. “Un’installazione vive del luogo in cui è collocata e ne diventa testimonianza. Ho aggiunto solo una locandina appesa al muro, per mostrare com’era prima”. Farinelli ha deciso di non sporgere denuncia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*