Nascono gli Sportelli di ascolto e auto-aiuto ludopatie

Creare gruppi di aiuto, di consulenze e guida motivazionale, costituendo sportelli gestiti dai volontari delle ADA provinciali (Associazione per i Diritti degli Anziani) nelle province di Prato, Firenze, Pistoia, Massa Carrara, Arezzo, Pisa, Livorno, nel Comune di Chiusi (SI) e nel centro della città di Siena, per contrastare il fenomeno della ludopatia negli anziani. È questo il principale obiettivo del pro-getto “Sportelli di ascolto e auto-aiuto ludopatie”, finanziato dalla Regione Toscana, che vede protagoniste ADA Toscana e Acudipa, Associazione italiana per la cura delle dipendenze patologiche, società scientifica nazionale che opera da venti anni in tutta Italia nel campo della prevenzione e della cura delle dipendenze.
“Con la formazione effettuata grazie al progetto dello scorso anno di ADA Toscana denominato Anziani e Ludopatia – sottolinea Patrizia Bartolini, presidente ADA Prato – abbiamo oggi un gruppo di circa 70 persone, appositamente preparate per la creazione di sportelli in grado di indirizzare agli opportuni servizi persone ludopatiche. A questi vanno aggiunti 9 professionisti formatisi durante lo stesso corso. Ogni sportello sarà aperto tre ore al giorno e si avvarrà di personale formato da anziani per una prima accoglienza, che successivamente indirizzerà gli utenti ai nostri professionisti, che a loro volta prenderanno in carico ogni caso, per poi indirizzarli ai servizi territoriali più opportuni”.
Questi i numeri telefonici, per contattare gli operatori dei singoli sportelli territoriali: ADA Prato, 388.8811275; ADA Massa 327.3199537; ADA Aretina 329.9849727; ADA Firenze 327.0283787; ADA Siena Chiusi 329.9255740; ADA Siena Centro 320.2603805; ADA Pistoia 324.0970495; ADA Pisa 324.0720286”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*