Parcheggiatori abusivi, petizione con 500 firme protocollata in Comune. Ovattoni (Lega): “Il Pd non ha il coraggio di risolvere il problema”

“Malgrado siano state rappresentate da parte nostra in modo chiaro e tangibile le numerose problematiche legate al fenomeno dei parcheggiatori abusivi che stanno creando sempre più degrado in città e forte disagio ai cittadini, questa amministrazione ritiene di avere il controllo della situazione”. Queste le parole della capogruppo della Lega Patrizia Ovattoni, promotrice della petizione, che insieme ai firmatari presenti in commissione, si è fatta portavoce dei circa 500 pratesi che chiedono di “porre fine a un fenomeno che persiste da anni. Ognuno di noi è stato almeno una volta vittima delle vessazioni e delle pressioni da parte di queste persone”. Poi il capogruppo prosegue: “Noi, a differenza della maggioranza, vogliamo risolvere un problema che sta angosciando sempre di più i cittadini, costretti a pagare spesso e volentieri un secondo biglietto per la sosta.”

“Nonostante una lieve ammissione da parte della maggioranza che il problema effettivamente esiste, continua ad essere trattato marginalmente – accusa Ovattoni – È importante il servizio di vigilanza da parte di polizia municipale e associazioni ma non è sufficiente: le leggi ci sono e basta applicarle con coraggio e fermezza”.

Presente al dibattito in commissione anche il primo firmatario della petizione De Salvo che conclude “i cittadini si aspettano soluzioni e non chiacchiere inutili da chi è al governo della città”.

1 Commento

  1. Voi non volete risolvere il problema, volete solo farvi pubblicita’ come faceste a suo tempo con le cene all’aperto in via Firenze per combattere la prostituzione, con il risultato che di prostitute in quella zona ce ne sono piu’ di prima. Per risolvere i problemi non è sufficiente criticare cio’ che gli altri fanno o non fanno, bensi’ avere le idee chiare su come affrontare i problemi ed avere delle soluzioni che incidano sugli stessi. Se vogliamo soluzioni circensi, pasta pagare il biglietto quando viene Moira Orfei od il circo Togni. A coodeste iniziative, cara Ovattoni, non crede piu’ nessuno e non credo tu ci creda piu’ nemmeno te.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*