La scuola torna in piazza: nuova protesta contro tagli a classi e cattedre VIDEO

Il mondo della scuola è sceso di nuovo in piazza per chiedere certezze al governo in vista della riapertura a settembre degli istituti. Ieri pomeriggio la manifestazione di protesta è stata promossa dalle Rsu del Copernico e poi estesa a tutte le scuole di Prato. Le preoccupazioni sono molteplici e riguardano il taglio delle classi e delle cattedre.  Al Copernico ad esempio si perdono tre classi: una terza al linguistico, una terza allo scientifico e una quarta sempre allo scientifico. In totale a Prato si perdono 20 classi e 43 cattedre.
Le altre preoccupazioni di insegnanti e studenti riguardano il precariato e la possibilità che ci sia la necessità di dovere ricorrere anche a settembre alla didattica a distanza. Mentre un gruppo di genitori del Copernico minaccia di ricorrere al Tar contro la decisione di smembrare la classe dei figli.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*