Piscine comunali, al via i lavori. La proposta di Curcio: un accordo tra pubblico e privato per non penalizzare gli utenti VIDEO

marco curcio

Si prospettano non poche difficoltà per i nuotatori e le società sportive: per i prossimi tre anni sono previsti una serie di interventi di manutenzione straordinaria delle piscine comunali, con la loro progressiva chiusura. Si parte da quelli alla struttura di viale Galilei da settembre 2020 a gennaio 2021, seguiti poi dalle vasche bambini della piscina di via Roma nel periodo febbraio-giugno 2021. Da ottobre 2021 a maggio 2022 sarà la volta della vasca da 50 m e degli spogliatoi della piscina di via Roma. Poi da settembre 2022 a maggio 2023 gli interventi si sposteranno a Iolo. A sollevare la questione è il consigliere comunale della Lega Marco Curcio, che lancia una duplice proposta: un accordo tra pubblico e privato, e quindi amministrazione comunale e società sportive; e la concessione gratuita degli spazi alle associazioni sportive almeno fino alla fine dell’anno.

Come sottolineato da Curcio, tra i problemi che devono essere risolti la mancanza di impianti omologati e autorizzati per poter organizzare competizioni agonistiche e manifestazioni sportive di livello, ma anche le tariffe elevate per le corsie; l’interruzione della formazione di nuovi atleti a seguito dell’emergenza coronavirus e l’insufficienza di spazi acqua per le attività, agonistiche e non, delle varie associazioni, a seguito appunto degli interventi di manutenzione che interesseranno gli impianti. Capitolo a parte per la piscina riabilitativa di via Roma il cui cantiere è fermo da mesi. Infine Curcio ha mosso critiche anche sulla gestione del Cgfs.

Ecco l’intervista al consigliere Curcio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*